Speciale Cipro 2 / Nicosia, una capitale che sembra un paese di campagna

(10/08/2015) Mentre ci troviamo seduti attorno al tavolo comune, in giardino, a condividere un pezzo della propria identità con una nuova famiglia, tra canti tipici russi e musica leggera italiana, prendo appunti su ciò che mi accade intorno.

Un perìptero, sorta di chiosco in cui si vende di tutto

Un perìptero, sorta di chiosco in cui si vende di tutto

Stasera fa freddo qui a Cipro. Noi italiane abbiamo messo la felpa e le russe ci prendono in giro perché, da loro, queste temperature non ci sono nemmeno in estate, e qui sentono sempre caldo.

È un po’ nuvoloso e dal balcone della mia stanza le stelle non si vedono bene come le altre sere. Questa è la capitale, ma non c’è la confusione delle grandi città, d’estate i Ciprioti si spostano nelle località marittime o vanno all’estero; quelli che restano, invece, stanno per strada.

Il Tavli, gioco simile al backgammon

Il Tavli, gioco simile al backgammon

Passeggiando per le stradine della Παλιά πόλη (palià pòli), a qualsiasi ora, è facile vedere i παπούδες (papùdes) seduti fuori a giocare a Τάβλι (tàvli), il gioco tipico, e le γιαγιά (iaià) a spettegolare, aspettando che soffi un filo d’aria che dia loro sollievo e sempre pronte a scambiare due parole o un semplice saluto con i passanti, turisti principalmente. Ogni tanto si vede anche qualche bambino che gioca per strada o che va in bici, cosa quasi impossibile da vedere in una qualsiasi altra capitale. In questa settimana, soprattutto, la città è ancora più vuota, la settimana di ferragosto vanno tutti in vacanza, gli uffici chiudono, i negozi chiudono, e se non fosse per i Περίπτερα (perìptera), delle sorte di chioschi che fanno anche da tabacchi e mini market, tipicamente greci, facili da trovare in ogni strada e aperti, credo, 24 ore su 24, sarebbe quasi impossibile comprare qualsiasi cosa.

Calma, tranquillità, condivisione, aria di casa.

Carolina De Maria (da Nicosia, Cipro)

Please follow and like us:
Posted by on 11 agosto 2015. Filed under Cultura,In evidenza,Rubriche,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 × 5 =