Tag: cantieri

Cantieri / La Regione siciliana corre in soccorso della Cmc, pronti 70milioni

La Regione siciliana è pronta ad anticipare al governo nazionale settanta milioni di euro per venire incontro alle difficoltà della Cmc, gruppo ravennate di costruzioni, che subisce una grave crisi che rischia di portare al licenziamento di 700 lavoratori nell’Isola. Il presidente Nello Musumeci ha scritto una lettera al ministro del Lavoro Luigi Di Maio…

Territorio / L’Ance alla Regione: “Collaboriamo sul rischio idrogeologico”. Sull’Isola tanti cantieri aperti e non finiti

Un contributo tecnico per accelerare l’utilizzo dei fondi statali per la tutela dal rischio idrogeologico ad oggi scarsamente intercettati. L’aiuto è stato lanciato dal comitato regionale  dall’Associazione nazionale costruttori edili (Ance). Dai dati pubblicati dall’Ance solo il 23,69% dei fondi è stato investito in Sicilia. Eppure lo stato centrale ha guardato con favore alla Sicilia nell’assegnazione…

Eterne incompiute / Edilizia pubblica al collasso. L’Ance Sicilia ai cittadini: segnalateci le opere bloccate

In Sicilia circa 5 miliardi di euro stanziati per nuove infrastrutture restano da tanti anni nei cassetti: 3,8 mld di opere finanziate e non appaltate, 750 mln per sistemi fognari e di depurazione e 500 mln per manutenzioni stradali. Il blocco, secondo il Collegio regionale costruttori edili (Ance), dipende anche dalla riforma del Codice degli…

Scuola / Un cantiere in fermento. Manutenzione straordinaria, sicurezza e inclusione

Sarà anche agosto, ma dalle parti di Viale Trastevere non è tempo di vacanza. Almeno così pare dall’attivismo del Ministero dell’Istruzione, impegnato a proporre annunci e iniziative una dopo l’altra. L’ultima notizia, in ordine di tempo, riguarda gli stanziamenti per “oltre 550 interventi di manutenzione straordinaria delle scuole”. Sono pronti. Così ha annunciato il ministro…

Economia / Piccole opere, grandi frutti. Non solo banda larga e infrastrutture: spazio ai cantieri

In Italia si torna ad assumere. Vuoi perché è da almeno due anni che non lo fa più nessuno; vuoi perché si comincia a respirare profumo di ripresa e diverse aziende stanno già marciando a pieno ritmo; vuoi per le nuove, favorevolissime norme previste dal Jobs Act che proprio in questi giorni sta diventando pienamente…