Teologia e arte 6 / L’icona come richiamo della Bellezza

IC000080Cosa sono le icone? Le icone sono delle rappresentazioni raffiguranti soggetti sacri, come il volto di Cristo e scene della Sua vita. Gli ortodossi usano le icone specialmente nella preghiera e la liturgia. In un testo di Suor Maria Donadeo del monastero russo di Roma intitolato “Le icone” troviamo varie espressioni dette da alcuni teologi ortodossi. Vediamone qualcuna.Per Serghej Bulgakov, l’icona tra gli ortodossi è una essenziale necessità per il culto […] ma è molto di più che una sacra raffigurazione. Secondo l’ortodossia l’icona è un luogo di presenza di Grazia, come una apparizione di Cristo, della Madonna e dei Santi.Pavel Evdokimov crede l’icona è più simile ad una dossologia, un torrente di gloria, che canta coi suoi propri mezzi. La vera bellezza non ha bisogno di prove: essa dona il contenuto intellegibile alle icone. L’icona non è bella come una opera d’arte, ma come la Verità.

eclairdSecondo Leonide Uspenskij, da noi già citato, l’icona è una testimonianza visibile sia dell’abbassamento di Dio verso l’uomo che dello slancio dell’uomo verso Dio. Se la parola e il canto della Chiesa santificano la nostra anima mediante l’udito, l’immagine santifica la vista, il primo tra i sensi secondo i Padri. Espressione dell’immagine e della somiglianza divina ristabilite nell’uomo, l’icona è un elemento dinamico e costruttivo del culto.Possiamo concludere con la frase di Grigorij Krug: “la venerazione delle icone nella Chiesa (ortodossa) è come una lucerna accesa, la cui luce non si spegnerà mai”.

Riccardo Naty

Please follow and like us:
Posted by on 16 gennaio 2015. Filed under Chiesa,Cultura,In evidenza,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 + 16 =