Trecastagni / Presentato il progetto “Itinerari della fede”. L’assessore Barbagallo:” Il turismo religioso importante veicolo di conoscenza della nostra storia e delle tradizioni”

Stamattina, nei locali del Santuario SS. MM. Alfio Filadelfo e Cirino di Trecastagni, in cui è custodita e catalogata una delle più ingenti e significative raccolte di ex voto, è stato presentato alla stampa – come si legge in un comunicato -il progetto di sviluppo turistico interregionale Itinerari della Fede-Cammini di Fede, promosso dall’assessorato regionale Turismo, Sport e Spettacolo, condiviso e coordinato dalla diocesi di Acireale.
Sono intervenuti: l’on. Anthony Barbagallo, assessore regionale al Turismo, l’on. Giovanni Barbagallo, sindaco di Trecastagni, don Alfio Torrisi, rettore del Santuario, don Roberto Fucile, responsabile dell’ufficio per la Pastorale del turismo, pellegrinaggi e sport della diocesi di Acireale, la dott.ssa Anna Maria Musmeci, coordinatrice regionale del progetto e alcuni rappresentanti della giunta comunale e del comitato festeggiamenti in onore dei tre Martiri.1 cor Itinerari delka fede (1152 x 768) (576 x 384)

Il progetto, creato in seguito alle attività promosse a conclusione della prima Borsa del Turismo delle Religioni 2015, ha come obiettivi la promozione e la fruizione delle risorse turistiche collegate alla tematica Itinerari della Fede-Cammini di Fede, attraverso l’individuazione di specificità (settimane sante, feste patronali e cammini devozionali) al fine di esaltare e riscoprire le radici del territorio. Gli Itinerari proposti sono dieci: La Festa di S.Agata (Catania); Il cammino di fede di S.Alfio; La festa di S.Lucia (Siracusa); Il cammino di fede di S.Rosalia (Palermo); La festa di S.Calogero (Agrigento); Settimane Sante di Trapani, Enna e Caltanissetta; La vara di Messina; Le feste di S.Giorgio e S. Giovanni (Ragusa).
Il progetto prevede l’utilizzo di diversi strumenti, quali: segnaletica (cartelli stradali – cartelli apposti nei siti di interesse); piattaforma mediatica dedicata; brochure con allegate mappe tematiche; documentario di 3/4 min per evocare i luoghi di culto e fede, attraverso immagini e musiche.

In occasione dell’inaugurazione del primo cartello, apposto stamani davanti al Santuario con l’obiettivo di segnalare la presenza di questo significativo itinerario di fede, l’on. Anthony Barbagallo ha sottolineato l’importanza della centralità di questo luogo di culto, quale fulcro di una devozione verso i tre Martiri che coinvolge l’intera Sicilia orientale, per le comunità coinvolte e per la creazione di una vera e propria rete tra le diverse diocesi siciliane, le amministrazioni pubbliche e la regione, in ambito di promozione del territorio ed in particolare di turismo religioso. “Intorno a questi itinerari si rileva una grandissima attenzione – ha affermato – non solo da parte dell’assessorato regionale Turismo, Sport e Spettacolo ma anche dalle comunità che noi vogliamo valorizzare: il turismo religioso è un veicolo straordinario di conoscenza per le nostra storia, per le nostre origini e tradizioni”.