Un movimento per le famiglie verso l’unità e l’amore

Il “Movimento del Giusto Governo delle Famiglie” è nato nel 2006 a Verona con lo scopo di recuperare il valore della famiglia, oggi sconvolta nei suoi fondamenti, fragile e aggredita da individualismi e forze centrifughe, mentre per la società è indispensabile il suo apporto di unità e di amore. In un documento della fine del 2008 lo stesso Movimento, dichiaratamente cattolico, chiarisce che intende  aiutare le famiglie “ad aprire un piccolo spiraglio delle porte del cuore di Gesù e da lì poi spalancarle al mondo intero. Le famiglie sono chiamate oggi a scegliere di allearsi o con Cristo o con mammona e sui suoi adepti. Sta alle famiglie decidere se praticare l’amore o la vendetta, la giustizia o l’iniquità, se perdonare o praticare l’odio”. Lo scopo, dunque, è quello di “coniugare l’amore di Dio con l’amore delle Famiglie”. Sono già nati diversi circoli  a Catania e provincia,  sulla base di uno statuto e di un regolamento comuni; essi – è scritto in un documento  del 2009 – hanno ascoltato “il grido di dolore” per le famiglie “sconquassate …  frantumate, sbriciolate”. In ogni circolo c’è un assistente spirituale e ogni  socio  con la preghiera, l’ascolto della Parola e l’esempio si impegna  a donare ai propri simili “ogni opera di bene”.

 Nel 2007 e nel 2009 il Movimento ha organizzato dei corsi di formazione di amministratori di Enti Locali, che sono stati tenuti da professori ed  esperti molto qualificati, sacerdoti e laici ( messi a disposizione dall’arcivescovo di Catania Mons. Salvatore Gristina, da Mons Vincenzo Manzella, arcivescovo di Caltagirone, e Mons. Michele Pennisi, arcivescovo di Piazza Armerina), i quali hanno affrontato prevalentemente tematiche concernenti l’etica della famiglia, problematiche psicologiche e questioni di diritto amministrativo. Da questi corsi è scaturita l’esigenza di una presenza attiva negli enti locali, con conferenze pubbliche sulla famiglia e persino con candidature,  autonome rispetto ai partiti , nei comuni nei quali si svolgeranno prossimamente  le lezioni per il sindaco e il consiglio comunale. Come si può notare il Movimento si sta espandendo a macchia d’olio e i circoli già attivi desiderano mettere al centro del dibattito pubblico la famiglia, che deve essere aiutata a crescere nell’amore, ad affrontare le difficoltà, a fornire ai figli modelli di vita concreta coerente . I valori  su cui si fonda la famiglia cristiana, secondo il Movimento, sono dunque un bene per tutta la società, non una scelta privatistica o riservata solo ai credenti. Chi fosse interessato a saperne di più può collegarsi con il sito www.movimentoggf.it.

Giovanni Vecchio

Please follow and like us:
Posted by on 29 gennaio 2012. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
15 + 17 =