Università / A Catania condotto studio sui benefici che il caffè ha sulla nostra salute

 Ci siamo sempre chiesti se il caffè avesse effetti positivi o negativi sulla nostra salute. Finalmente la risposta al nostro dilemma arriva da un epidemiologo nutrizionale catanese, Giuseppe Grosso, che ha condotto uno studio all’Università di Catania in collaborazione con gli scienziati di due università prestigiose, Harvard e Cambridge.
Dopo accurati studi sugli effetti che ha il caffè sulla nostra salute, i ricercatori hanno reso noto nel giornale scientifico Annual Review of Nutrition i benefici che ha la caffeina sul nostro corpo, smentendo così gli ipotetici rischi di questa bevanda.
Il caffè fa molto bene alla nostra salute. La ricerca ha dimostrato che coloro che consumano caffè hanno un rischio molto ridotto di tumori al seno, al colon-retto, colon endometrio e prostata, con una riduzione di pericolo dal 2% al 20% in base al tipo di cancro.
Ci sono stati anche dei riscontri per quanto riguarda le malattie cardiovascolari con una riduzione del 5%, per il diabete di tipo 2 e il morbo di Parkinson del 30%.
Invece, per quanto riguarda le donne in gravidanza, l’eccesso di caffeina causerebbe aborti, perché alcuni studi hanno dimostrato che il feto non possiede un enzima in grado di eliminare la caffeina, quindi quando la madre lo beve, esso si deposita sul feto.
Gli studi dimostrano che per ottenere massimi benefici dal caffè bisognerebbe consumarne 4-5 tazzine al giorno per una quantità che varia da 380 a 475 milligrammi di caffeina.
Giuseppe Grosso ha dichiarato: “Per il 99,9% degli italiani il caffè è espresso e qualsiasi altra cosa è acqua sporca”.
Un classico caffè espresso italiano contiene circa 50-75mg di caffeina, quindi si deduce che gli italiani bevendo un solo caffè espresso assumono meno caffeina degli americani e di altri cittadini di altri posti del mondo.
Gli scienziati italiani spiegano che i chicchi di caffè contengono sostanze fitochimiche con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Inoltre, la caffeina e gli antiossidanti hanno un effetto specifico sugli enzimi che regolano la funzionalità epatica, il metabolismo dell’insulina e del glucosio, e la riparazione del DNA, così da prevenire le malattie sopra citate.

 Michela Abbascià