Valverde / La personale di Mario Caramanna fino al 12 gennaio 2018 nella galleria “Le Gru”: “Fotografo per meditare”

E’ stata inaugurata, nella galleria Fiaf – “Le Gru” di Valverde, la mostra fotografica personale di Mario Caramanna dal titolo “Oltre i binari”, visitabile fino al 12 gennaio 2018, tutti i venerdì non festivi dalle 20 alle 22.
Mario Caramanna ha cominciato a fotografare più di trent’ anni fa. Con il tempo la sua passione è diventata sempre più grande, questo lo ha condotto ad approfondire le sue conoscenze in merito. Fotografare per l’autore vuol dire meditare, distaccarsi dalla realtà e stare solo con sé stesso. Tema della mostra  i binari dei treni, mezzo per spostare cose e persone in qualsiasi luogo, eppure fermi, immobili, mentre la vita gli scorre intorno , e passano  i giorni, le stagioni, gli anni. Abbiamo incontrato Mario Caramanna per conoscerlo di più e gli abbiamo chiesto di raccontarci della sua passione per la fotografia.
“Ho cominciato a fotografare più di trenta anni fa. In seguito ho scoperto il club “Le Gru”, così ho cominciato a confrontarmi con gli altri e ho studiato molto. Mi piace lavorare a progetto, prima devo sapere cosa fotografare. Qualche anno fa c’è stata una campagna della Fiaf che ha puntato sul portfolio; non riesco così a pensare la foto singola, il mio deve essere un lavoro ampio, concreto”.
– Cosa significa per lei fotografare?
“Adesso fotografo un po’ meno, ma nei periodi intensi consideravo la fotografia una forma di meditazione. Fotografando si dimentica tutto, non si pensa a niente, è un modo per stare con sé stessi. Con gli anni infatti ho imparato che per fotografare devo uscire da solo”.
– Le tematiche più frequenti dei suoi lavori?
“Sono partito dal paesaggio, ma lo still life mi piace di più. La mia è una tecnica un po’ particolare; allo still life introduco anche le persone ed altri elementi”. Perché i binari dei treni? “Sui binari si riflette la vita che ci sta intorno, questo è quello che ho voluto mettere in risalto”.

Graziella De Maria

Please follow and like us:
Posted by on 29 novembre 2017. Filed under Cronaca,Cultura,In evidenza,Valverde. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
38 ⁄ 19 =