Valverde / Via alla nuova stagione culturale della Pro Loco. Domani 30 il primo appuntamento con il prof. Alfonso Sciacca

La Pro Loco di Valverde, avente come presidente Mario Tosto e vicepresidente Angelo Strano, curatore degli eventi del “Salotto della Pro Loco” ha vinto, più di due anni fa, un bando ministeriale denominato “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”. Curatore delle attività culturali di questo progetto, che da diversi anni interessano valverdesi e non solo, il dott. Nunzio Lizzio. Comincia domani, sabato 30 settembre, alle 19,30  la nuova stagione culturale della Pro Loco; nella sala della biblioteca – sita in corso Vittorio Emanuele 12 – il prof. Alfonso Sciacca, docente di latino e greco e per molti anni preside del liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, terrà una conferenza sul “De Amicitia”, opera dell’autore latino Marco Tullio Cicerone, che tratta della necessità di coltivare veri rapporti di amicizia.

“Da qualche anno la Pro Loco gestisce, con ragazzi appassionati, sia le attività legate alla biblioteca comunale sia il Museo delle Conchiglie – Franco Marescotti, ubicato nella bella Villa Cosentino, anch’essa di proprietà comunale ma affidata all’associazione Pro Loco”, ci ha detto Nunzio Lizzio. “Il progetto ministeriale ha finalità ben precise – ha continuato Lizzio – alcune già concluse, altre avviate. Quanto alla biblioteca comunale, oltre all’inventario del patrimonio librario e alla classificazione per aree tematiche secondo il sistema decimale Dewey iniziato da alcuni volontari e proseguito poi nell’ambito del progetto, molta importanza è stata data alla creazione di eventi di promozione culturale. Inoltre, all’interno di Villa Cosentino – in cui sono già stati avviati lavori di restauro – sarà consegnata ai cittadini una struttura museale con strumenti di avanguardia e, nella sala della villa oltre a un impianto di videosorveglianza, sarà posto un proiettore fruibile dai cittadini e dai ragazzi delle scuole per conferenze e lezioni”.

Secondo Nunzio Lizzio aprire le porte della biblioteca comunale alla cittadinanza era una delle priorità più urgenti. “Credo che bisogna riscoprire il valore della cultura classica mai in sé chiusa ma sempre maestra di umanità e civiltà. Le letture dei filosofi greci e latini tenute la scorsa stagione dal prof. Rocco Schembra, docente di lettere al liceo classico di Acireale e di patristica alla facoltà teologica di Sicilia, sono state apprezzate anche da coloro che non erano pienamente specialisti. Voler fondare o ri-fondare la società senza uno sguardo alla nostra civiltà occidentale, frutto dei classici greci e latini e poi del cristianesimo, sarebbe un salto nel buio e un atto di presunzione”, ha aggiunto ancora il dott. Lizzio.

Successivo appuntamento sabato 7 ottobre con la scrittrice Marinella Fiume, che presenterà il suo libro “La bolgia delle eretiche”, ricco di riferimenti storico – sociali.

Abbiamo chiesto a Nunzio Lizzio il tipo di partecipazione che si aspetta; questa la risposta: “Mi aspetto una buona partecipazione perché già molti cittadini valverdesi, ma anche qualche appassionato proveniente da paesi limitrofi, ci chiedevano il calendario. Molte persone hanno apprezzato le attività culturali degli scorsi anni confermando così che si è riusciti a sensibilizzare molto la popolazione. Un dato molto importante è che negli ultimi anni, soprattutto da quando la Pro Loco ha avuto in gestione la biblioteca e l’ha trasferita dalla frazione di Maugeri al centro di Valverde, è aumentato molto il numero di utenti, anche giovani e giovanissimi, che vengono in biblioteca per prendere in prestito libri o, qualche volta, per studiare nella sala lettura”.

                                                                                                                               Graziella De Maria

Please follow and like us:
Posted by on 29 settembre 2017. Filed under Cronaca,Cultura,In evidenza,Società,Valverde. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 − 12 =