Vangelo della domenica (12 maggio) / Chi ascolta la parola di Dio si sente sicuro nelle sue mani

Canto al Vangelo ( Gv 10,14 )

Alleluia, alleluia. Io sono il buon pastore, dice il Signore; conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me. Alleluia

Vangelo ( Gv 10,27-30 )

In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono.
Io dò loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano.
Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre.
Io e il Padre siamo una cosa sola».
Parola del Signore

Riflessione

La Liturgia di questa quarta Domenica di Pasqua, presenta il brano del vangelo di Giovanni nel racconto di Gesù che risponde alle diverse domande che i Giudei gli pongono.
I versetti di questo brano rientrano infatti, nella lunga pericope del capitolo decimo nel quale Giovanni racconta che Gesù si trovava a passeggiare lungo il portico di Salomone nel tempio e qui i Giudei lo interrogano riguardo la sua identità.
Gesù ai Giudei che gli chiedevano se Lui fosse il Cristo risponde: “Ve lo dissi e non credete. Le opere che io faccio nel nome del Padre mio, queste testimoniano di me. Ma voi non credete, perché non siete mie pecore. Le mie pecore conoscono la mia voce e io le conosco e mi seguono; io dò loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre, siamo una cosa sola”.
Con queste parole Gesù mette in evidenza che per essere suoi discepoli è fondamentale credere che Egli è il Cristo, il Figlio di Dio che dona la sua vita per la salvezza di ogni uomo. Il discepolo infatti, ascoltando la sua Parola, riconosce la sua voce e lo segue, sentendosi al sicuro nelle sue mani. La vita cristiana deve necessariamente essere una vita vissuta dentro l’unione con Cristo attraverso l’ascolto della sua Parola e la partecipazione ai Sacramenti.
Cristo è il Buon Pastore che conosce le sue pecore e se ne prende cura, proteggendole e difendendole, come ricorda il Canto Alleluiatico di questa domenica: “Io sono il buon pastore dice il Signore; conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me”.

Letizia Franzone