Vangelo della domenica (19 gennaio) / L’uomo che cerca Dio, incontrandolo diventa suo testimone

Canto al Vangelo ( Gv 1,14 a. 12 a )
Alleluia, alleluia. Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi: a quanti lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio. Alleluia
Vangelo ( Gv 1,29 – 34 )
In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele».
Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».  Parola del Signore
Riflessione
La Liturgia di questa domenica presenta il brano del vangelo di Giovanni nel racconto della testimonianza di Giovanni Battista.
Giovanni Battista è totalmente aperto alla parola di Dio e le dà testimonianza; è figura di ogni uomo che riconosce la luce che si rivela in tutta la creazione; è colui che riconosce nel Messia, l’agnello di Dio, il Figlio di Dio.
In questo brano del Vangelo si rivela la figura di Gesù che è la luce e la Parola e la figura di Giovanni  come testimone della luce e voce della Parola.
Giovanni è immagine dell’uomo autentico che esprime il desiderio di Dio; è figura dell’uomo che desidera e cerca Dio ed una volta incontrato ne diventa suo testimone: “E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio”.

Letizia Franzone

Tweet 20