Vangelo della domenica (20 ottobre) / Avere fede e pregare è la vera forza dell’uomo

Canto al Vangelo ( Cfr. Eb  4,12 )

Alleluia, alleluia. La parola di Dio è viva ed efficace, discerne i sentimenti e i pensieri del cuore.  Alleluia

Vangelo ( Lc 18,1- 8 )

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai:
 «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”.
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».
Parola del Signore

Riflessione

La Liturgia di questa Domenica presenta il brano del vangelo di Luca nel racconto della parabola della vedova importuna.
Con il racconto di questa parabola Gesù esorta i suoi discepoli ad avere fede e a pregare con perseveranza Dio.  Come la vedova importuna che chiede al giudice in modo insistente, così i cristiani devono pregare con fede il Padre misericordioso.
La preghiera fiduciosa elevata a Dio è fondamentale per la vita del cristiano, lo educa a sapersi abbandonare nelle mani di Dio con umiltà e fiducia, come ricorda il Salmo Responsoriale di questa Domenica: “Alzo gli occhi verso i monti: da dove mi verrà l’aiuto? Il mio aiuto viene dal Signore: Egli ha fatto cielo e terra. Non lascerà vacillare il tuo piede, non si addormenterà il tuo custode. Non si addormenterà,  non prenderà sonno il custode d’’Israele. Il Signore è il tuo custode, il Signore è la tua ombra e sta alla tua destra. Di giorno non ti colpirà il sole, né la luna di notte. Il Signore ti custodirà da ogni male: Egli custodirà la tua vita. Il Signore ti custodirà quando esci e quando entri, da ora e per sempre”.

Letizia Franzone