Vangelo della Domenica (5 Febbraio) / Gesù è la luce del mondo, chi segue Lui avrà la luce della vita

Canto al Vangelo (Gv 8,12)
Alleluia, alleluia
Io sono la luce del mondo dice il Signore;
chi segue me avrà la luce della vita.
Alleluia

Vangelo (Mt 5,13-16)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».
Parola del Signore

Riflessione
La Liturgia di questa domenica ci presenta il brano del vangelo di Matteo nel quale Gesù esorta i suoi discepoli ad essere autentici testimoni. Il discepolo di Cristo deve divenire il sale della terra e la lucerna che permetterà agli altri uomini di vedere le opere buone e rendere gloria a Dio. Il cuore che vive la consapevolezza di essere amato da Dio e che tutto gli è dato da questo Padre misericordioso, saprà donare a sua volta questo amore a coloro che non hanno ancora questa conoscenza. Per essere degli autentici testimoni di Cristo, è necessario divenire costanti ascoltatori della sua Parola e vivere con fedeltà gli spazi di silenzio nei quali dialogare con Dio nella preghiera. Solo dentro una confidente amicizia con Dio si può fare esperienza del suo amore e poterlo donare ad altri. Solo se si vive con Cristo si può vivere da autentici innamorati poiché è Gesù è la luce del mondo, come ci ricorda il Canto alleluiatico: “Io sono la luce del mondo, dice il Signore; chi segue me avrà la luce della vita”.

Letizia Franzone

 

Please follow and like us:
Posted by on 4 febbraio 2017. Filed under Chiesa,Dialogos,homepage,In evidenza,Rubriche,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 ⁄ 1 =