Verso il debutto di Nabucco e Aida: “Un omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia”

“Coraggio”: è questo il tema che, per la sezione “Musica & Danza”, caratterizzerà il cartellone 2011 di Taormina Arte, anno in cui si festeggia il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Per l’occasione è stata predisposta ed avviata una programmazione di altissima qualità, in virtù dell’originalità delle scelte e del coinvolgimento di artisti e complessi di fama mondiale ed in vista del duplice bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner che si celebrerà nel 2013. Un cartellone, quello del 2011, che esalta il repertorio della lirica e della danza. Il tema è appunto il “Coraggio”, propulsore fondamentale di scelte individuali e collettive, filo conduttore dei due titoli verdiani. Il coraggio di un popolo che inneggia alla nostalgia e all’amor di patria, come insegna il verdiano Nabucco, dramma lirico in quattro parti di Temistocle Solera, prescelto per onorare il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia: tre recite (5, 9 e 13 agosto) e un cast che schiera artisti di fama mondiale. Il nuovo allestimento, realizzato in esclusiva dalla Fondazione Festival Euro Mediterraneo per Taormina Arte, sarà eccezionalmente trasmesso in diretta via satellite dalla RAI con la regia televisiva in alta definizione di Enrico Castiglione, direttore artistico della sezione musica e danza, nelle principali sale cinematografiche del mondo attraverso la rete di Microcinema ed Emerging Pictures. Aida è il secondo titolo del 2011. Ancora il coraggio di amare e sacrificarsi per amore domina la partitura di quest’altro capolavoro verdiano, scritto su libretto di Antonio Ghislanzoni e anch’esso in scena per tre recite (7, 10, 12 agosto 2011) con un cast eccezionale. Entrambe le produzioni verranno animate attraverso scenografie proiettate in alta definizione e in 3D, soluzione di straordinario impatto visivo predisposta fin dal 2009 e che consente il rispetto del sito archeologico, velocità nel cambio scena, possibilità di programmare sera dopo sera allestimenti diversi, ma soprattutto di affascinare lo spettatore più esigente così come il fruitore non abituale dello spettacolo operistico, grazie all’uso della più moderna tecnologia, riuscendo a trasformare come d’incanto il Teatro Antico in un palazzo imperiale dell’antico Egitto o nel tempio di Salomone. Terza opera annunciata è ancora una produzione in esclusiva per Taormina Arte, Maria de Buenos Aires (16 agosto), opera tango in due atti di Astor Piazzolla, la cui trama surreale ruota intorno ad una prostituta la cui “ombra” sopravvive alla sua morte, andata in scena nel 1968 su libretto di Horacio Ferrer, e ora proposta dall’Ensemble Astor Piazzolla Sexteto e dalla Compagnia Tango Emocion, con Massimiliano Pitocco al bandoneon e la regia e la coreografia di Laura Grandi. Un appuntamento senz’altro da non perdere se consideriamo la rarità della messa in scena. La grande danza torna al Teatro Antico con i “principal dancers” del New York City Ballet, una delle prime compagnie al mondo, nel raffinato George Balanchine Gala (17 agosto), tributo  al fondatore e sommo coreografo russo-americano, che prevede la rappresentazione dello storico Apollon Musagete ed altre celebri creazioni come Agon, Stars and Stripes, Tarantella, Tschaikovsky pas de deux, Chaconne, Who Cares? Sulla scena Ashley Bouder, Megan Fairchild, Sara Mearns, Tiler Peck, Tyler Angle, Joaquin De Luz, Sebastian Marcovici, Andrew Veyette. Una vera parata di stelle. Gran finale con il Bellini Opera Gala (24 agosto), omaggio delle star della lirica al compositore catanese nel 210° anniversario della nascita. Il Concerto offrirà un autentico tributo al “belcanto” italiano e risorgimentale, con le più celebri e difficili arie del teatro musicale di Vincenzo Bellini, ma anche le sue più geniali sinfonie, come quella della Norma, Un concerto evento che apre il Bellini Festival 2011, in programmazione per la sua terza attesissima edizione a Catania in settembre. 

Giovanni Rinzivillo

Please follow and like us:
Posted by on 3 agosto 2011. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 + 15 =