Volontariato / L’assessore regionale alla Sanità, Razza, a Librino per lanciare un piano di confronto permanente

E’ durata più di due ore, nella mattinata di sabato 13 gennaio – informa una nota dell’ufficio stampa del Csve -, la visita dell’assessore alla Salute della Regione Sicilia, Ruggero Razza, a Librino. Un incontro ritenuto altamente significativo dalle rappresentanze del volontariato presenti, che nel corso di due distinte riunioni hanno avuto modo di imbastire un dialogo approfondito e proficuo sui numerosi problemi, alcuni dei quali notoriamente annosi, che affliggono la gestione sociale e sanitaria del territorio.

In un primo incontro, la Rete sociale di Librino ha avuto modo di sottoporre all’assessore i molteplici bisogni sociali e sanitari del circondario di Librino e dall’ampia area circostante del catanese, ad alta densità abitativa. Nell’altro incontro, definito dall’assessore Razza come il primo incontro di un percorso duraturo, erano presenti rappresentanti regionali di Abilnet, Anffas, Anpas, Avis, Croce Rossa, Csve, Federmisericordie, Fir-Protezione civile e Fratres, coordinate dal Volsi, Federazione di coordinamento del Volontariato siciliano: ogni delegato ha avuto la possibilità di esporre le priorità peculiari nell’ambito del proprio settore di attività sul piano regionale.

L’assessore Razza – così si conclude il comunicato -, prendendo nota di molteplici criticità evidenziate dai rappresentanti di associazioni di volontariato impegnate sia in qualità di operatori sociosanitari, sia di interpreti dei quotidiani bisogni primari di decine di migliaia di persone, si è impegnato a stabilire un confronto permanente per la pianificazione di numerose soluzioni necessarie.