Zafferana / Salvo Russo proclamato sindaco, impegno primario la ricostruzione post-sisma

Un abbraccio lungo e commovente. E’ stato siglato così il passaggio di campana tra il sindaco uscente Alfio Russo e il nuovo sindaco di Zafferana Salvo Russo. Ieri mattina, in una sala consiliare gremita di amici, parenti, sostenitori, ma anche di semplici cittadini, si è svolta la cerimonia di proclamazione del primo cittadino, risultato eletto nelle elezioni per il rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale di domenica scorsa.

Passaggio di consegne tra Alfio e Salvo Russo

Una cerimonia formale presieduta dal presidente dell’Adunanza  dei presidenti, Alfio Di Bartolo, e composta dagli altri otto presidenti di seggio in cui è suddiviso il territorio di Zafferana (Francesco Campione, Antonio Torrisi, Rosalba Mazza, Carmela Laudani, Rossella Nicotra,  Caterina Caruso,  Maria Flavia Cavallaro e Laura Anicito), e dalla segretaria della prima sezione, Giovanna Mazza.

Salvo Russo, 43 anni, avvocato, sposato con Chiara e padre di due bambine – Maddalena e Costanza –,  nipote dell’ex sindaco Giuseppe Leonardi, rientra al Comune da sindaco dopo essere stato in questi ultimi cinque anni l’assessore all’Urbanistica della Giunta di Alfio Russo.

Con 2872 preferenze ha guadagnato il 52,49% dei consensi sbaragliando gli altri tre aspiranti sindaco. Rosaria Coco con 1970 preferenze ha totalizzato il 36% dei consensi, seguita poi da Carmela Scuderi del Movimento 5 Stelle, che ha ottenuto 351 voti, con una percentuale del 6,41%, ed infine da Angelo Di Mauro che con i suoi 116 voti si è attestato sul 2,12%.

Il presidente   dell’Adunanza dei presidenti, Alfio Di Bartolo,  ha proceduto alla proclamazione del nuovo sindaco  mediante la lettura del risultato ufficiale dello scrutinio e non ha fatto mancare il suo augurio di buon lavoro  “nel segno della continuità con l’amministrazione uscente del sindaco Alfio Russo”. “Un momento particolarmente emozionante  – ha  aggiunto Di Bartolo – in cui il neosindaco ringrazia chi l’ha votato e si propone come sindaco alla comunità. Zafferana è una comunità provata dal terremoto dello scorso 26 dicembre che, pur non avendo fatto vittime, ha provocato tanti danni. Rivolgo un elogio al sindaco che ha avuto il coraggio di presentarsi per gestire la ricostruzione”. 

Emozionante il momento di vestizione della fascia del nuovo sindaco effettuata dal sindaco uscente Alfio Russo, seguito da un abbraccio lungo e commovente.

La squadra del neosindaco Salvo Russo in posa subito dopo la proclamazione

Tra le priorità del nuovo sindaco la ricostruzione dopo il terremoto dello scorso 26 dicembre, che ha causato tanti danni soprattutto alle frazioni. “Sono molto soddisfatto del risultato elettorale ottenuto soprattutto nelle frazioni  – ha detto il neosindaco Salvo Russo – che sono quelle maggiormente colpite dal terremoto. Questo vuol dire che si è lavorato bene e il merito è del sindaco uscente Alfio Russo, che ha ricevuto i complimenti di tutti a cominciare dal capo della Protezione Civile. Non si fanno i complimenti a caso ad un sindaco.   Da oggi per me e la mia squadra comincia una nuova avventura. Finiscono gli applausi e i complimenti e ci si deve confrontare con i veri problemi  e comincia il lavoro vero e proprio”.

Salvo Russo ha elogiato il sindaco uscente Alfio Russo: “Spero di ereditare due cose da Alfio Russo:  la grande passione  con cui ha governato in questi dieci anni e il coraggio che ha avuto in tutto quello che ha fatto. Il sindaco uscente si è impegnato anima e cuore per il suo paese”.

E poi ancora, rivolgendosi alla comunità: “ Sarò il sindaco di tutti anche di quelli che non mi hanno votato perché il compito dell’amministrazione futura sarà di conquistare  il consenso anche da parte di chi non ci ha votato e il consenso va conquistato anche in queste frange e so che non sarà facile.   A tutti i ragazzi del mio gruppo auguro di mantenere l’idea di squadra perché insieme riusciremo a migliorare il paese. Ringrazio Alfio Russo  per  questi anni passati insieme, per la sua amicizia,  e lo disturberò spesso per avere consigli e pareri. So che su di lui potrò sempre contare perché lui è affezionato al suo paese”. Alla comunità ha chiesto anche  “di restare vicini all’amministrazione  che non mancherà di prestare ascolto ai problemi della gente, nel rispetto della legalità e delle istituzioni”.

Tra i presenti alla cerimonia di insediamento anche l’ex deputato regionale Alfio Barbagallo, che con i suoi 634 voti è stato il più votato in assoluto di questa competizione elettorale e andrà a sedere tra i banchi dell’opposizione.

Il nuovo primo cittadino Salvo Russo

Presente anche il candidato sindaco Angelo Di Mauro che, in una nota, ha espresso “un sentito ringraziamento agli elettori che hanno scelto di votare per il progetto politico” da lui rappresentato assicurando che l’impegno  continuerà in favore della comunità zafferanese”. Dopo aver augurato buon lavoro al neo sindaco Salvo Russo, Angelo Di Mauro ha scritto anche che “dopo l’insediamento, chiederemo un incontro al sindaco per illustrare alcuni punti del programma presentato  agli elettori ed offrire, se condivisi, la collaborazione del sodalizio per il futuro cammino dell’amministrazione”.     

E’ poi seguito un brindisi di augurio accompagnato dalla degustazione di dolci tipici locali.  

Rosalba Mazza