Acireale / Oggi alle 18 presentazione dell’ultimo libro di Salvatore Scalia nella Biblioteca Zelantea

Oggi, venerdì 8 gennaio alle 18,  si terrà la presentazione del libro di copertina-libro-scalia 2Salvatore Scalia, ” L’Apocalisse degli automi. Gli scrittori siciliani e la Grande Guerra”, nella Sala Cosentini della Biblioteca Zelantea, via Marchese di Sangiuliano, 17, Acireale.

A presentare l’ultimo libro del giornalista Scalia saranno il presidente dell’Accademia Zelantea, il dott. Giuseppe Contarino e lo scrittore Mario Grasso.

Come afferma il vice presidente dell’Accademia,  ing. Aldo Scaccianoce: «Il volume, recentemente apparso nelle librerie, si raccomanda non solo per la sua originale e coinvolgente rivisitazione di quel conflitto che causò milioni di vittime e inenarrabili sofferenze, ma anche per la ricostruzione che ne danno gli scrittori siciliani. Brani del libro saranno interpretati dagli attori Carmelo Di Mauro, Tina Leotta, Antonio Blanco e Lucia Monaco facenti parte dell'”Officina d’arte” di Alfio Vecchio».

Salvatore Scalia, nato a Mascalucia – provincia di Catania – il 16 gennaio 1950, si è laureato con centodieci e lode in Lettere classiche all’Università di Catania con una tesi di letteratura su “Senilità” di Italo Svevo ed è giornalista professionista. È stato, dal 1986, caposervizio Cultura e Spettacoli del quotidiano “La Sicilia” di Catania.

Scalia è l’autore di cinque libri ” Il vulcano e la sua anima”, “Processo a Bixio”,”Teatro. Trilogia del malessere”, “Appunti” e “La punizione. Catania 1976: quattro ragazzi spariti nel nulla”. Il 5 agosto 2001 ha esordito come autore teatrale  alla rassegna internazionale Taormina arte con il monologo “Confessione di un pentito” prodotto dalla compagnia Qp di Milano.Un altro suo dramma “L’estorsione” è andato in scena al Teatro Stabile di Catania, prodotto dall’omonima compagnia. Ha ricevuto diversi premi: da quello letterario Città di Randazzo per il “Vulcano e la sua anima” al premio Simpatia  consegnatogli a Roma in Campidoglio, dal Telamone di Agrigento al Martoglio di Belpasso  per “Trilogia del malessere”. Per la “Punizione” ha vinto il premio Vittorini per la sezione Opera.

 

Print Friendly, PDF & Email