Calcio Catania / Lodi rimette in gioco i rossazzurri. A Trapani unico obiettivo: Vincere!

Davanti a 20.000 spettatori il Catania tocca il fondo e si rialza con due gol di Lodi, di cui il primo da cineteca. Quando il Catania sotto di due gol sembra aver perso ogni speranza di rimettere in piedi partita e qualificazione contro il Trapani ci pensa Lodi a riacciuffare tutto e rimandare alla prossima partita il discorso qualificazione.

Prima della doppietta di Lodi è un monologo della squadra di Italiano che controlla la partita per ben 65 minuti. Il Catania dimostra poco movimento senza palla da parte dei centrocampisti, in particolare nella prima frazione. Poche anche le idee nelle battute iniziali con i difensori rossazzurri subito pressati dalla squadra di Italiano e costretti a trovare, spesso senza successo, la soluzione del lancio lungo. Ci prova Di Piazza in due situazioni nei primi 45 minuti, in una delle due viene innescato da un lancio lungo di Biagianti, ma la serata non è delle migliori per gli attaccanti rossazzurri poco precisi negli ultimi metri.

La squadra di Italiano con le sue geometrie e trame di gioco mette in difficoltà la retroguardia etnea. Soffre in particolare Marchese l’intraprendenza di un ispirato Tulli. Impressiona poi la capacità della squadra ospite di palleggiare e uscire con disinvoltura, imbastendo trame di gioco dal basso. Sottil lancia nella mischia Lodi subito dopo il rientro in campo dagli spogliatoi per provare ad avere in mano il pallino del gioco mai avuto nella prima frazione di gioco e Baraye per dare maggiore dinamismo sull’out di sinistra e contenere gli esterni della squadra siciliana. Il risultato non cambia nell’immediato. Il Trapani continua ad essere padrone del campo e la squadra di Italiano trova persino il raddoppio con Ferretti.

Sottil mischia le carte e inserisce anche Manneh e Llama prima, Brodic successivamente. Il gol che riapre i giochi arriva però nella maniera più impensabile. Lodi raccoglie la sfera e batte improvvisamente un calcio di punizione dal cerchio di centrocampo. L’episodio che riapre i giochi arriva con Manneh atterrato in area di rigore. Il direttore di gara non ci pensa due volte e nonostante le proteste del Trapani concede la chance dagli undici metri a Lodi. Il numero 10 ringrazia e fa 2-2. 

Al “Provinciale” di Trapani servirà tutta la forza, l’energia ed il coraggio dell’undici di Sottil. Una finale il cui unico risultato possibile per i rossazzurri è la vittoria. Obiettivo arduo ma non impossibile!