Catania Tattoo Convention / 120 artisti di fama hanno fatto conoscere meglio la “creatività indelebile”

Patrocinata dall’Assessorato alla Sanità della Regione Siciliana, la kermesse ha avuto luogo a Catania, al Palaghiaccio di viale Kennedy: “Catania Tattoo Convention” è la prima manifestazione etnea dedicata a tauatoquest’arte che ormai spopola non solo tra i giovani, ma anche tra i colleghi decisamente più attempati.

La manifestazione, per entrambe le giornate, è iniziata con i classici orari comodi di chi fa questo mestiere, ore 11, con chiusura prevista per le ore 23. Organizzatori dell’evento sono tre noti tatuatori del territorio etneo: Alessandro Scuto, proprietario dello storico tattoo shop Mutazioni; Andrea Cucinotta, catanese trapiantato da tanti anni a Londra; Vincenzo Sortino, tatuatore dall’esperienza ventennale, insieme all’agenzia di comunicazione e organizzazione eventi Scirocco.

Un tatuatore all'operta
Un tatuatore all’operta

Ben 120 artisti di fama internazionale si sono esibiti con la loro arte ed il loro stile. Ma di non solo tatuaggio vive l’uomo, così non è mancata la musica con dj provenienti da tutta la Sicilia, a cura dello staff del Barbara

Disco Lab. L’onorevole Valeria Sudano della commissione Turismo della Regione Siciliana ha scelto di sostenere la manifestazione, poiché “ha il merito, oltre che di puntare i riflettori su una realtà artistica in fermento come quella del tatuaggio, di portare da tutta Italia tanti giovani che potranno scoprire le bellezze della Sicilia con un evento che si preannuncia di portata nazionale”.

I tattoo addicted hanno goduto a pieno dell’occasione offerta dalla città di Catania, ma è certo che “Catania Tattoo Convention” sia stata comunque un’ottima opportunità di scoperta per chi sconosce o rifiuta “la creatività indelebile”.

Giulia Maria Fichera

 

Print Friendly, PDF & Email