Categoria: homepage

Presidenza della Repubblica / Il cattolico Sergio Mattarella primo siciliano al Quirinale

Sergio Mattarella, 73 anni, nato a Palermo, è il dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana. Il successore di Giorgio Napolitano è stato eletto oggi, 31 gennaio, al quarto scrutinio, con 665 voti. Un lungo applauso si è levato dai banchi del Parlamento a camere riunite quando la presidente dell’assemblea, Laura Boldrini, ha letto per la cinquecentocinquesima…

Grecia Europa / La cravatta di Alexis e la tuta di Franz

Alexis Tsipras, vincitore delle elezioni greche, non mette mai la cravatta. Ne ha fatto un simbolo al contrario. La cravatta rappresenta un ordine precostituito, fa pensare ai banchieri, alla burocrazia, forse persino all’odiata troika che impone sacrifici al suo popolo e che agita lo spauracchio del debito pubblico. Tsipras non ha sottomano una ricetta sicura…

L’Italia che va / Presentato a Davos un video di 2’54” per mostrare al mondo quanto vale e quanto sa fare il nostro Paese

“Italy the Extraordinary Commonplace”. Due minuti e cinquataquattro secondi per mostrare al World Economic Forum di Davos l’Italia bella che si nasconde dietro alcuni ingenerosi luoghi comuni. L’Italia dei pizzaioli, leader globale nella costruzione delle maggiori infrastrutture, con mille cantieri in novanta Paesi; dei don Giovanni, che detiene il quinto più ampio surplus commerciale nel…

Per non dimenticare / Così settant’anni fa tre martiri salvarono l’onore dei cristiani

Protagonisti dell’opposizione al nazismo condannati in un processo-farsa: il leader del “Circolo di Kreisau”, il protestante James Helmuth von Moltke; il giornalista cattolico Nikolaus Gross e il gesuita Alfred Delp, uno degli ottantacinque membri della Compagnia assassinati dai nazisti in Europa. Fra tante, le parole del gesuita: “Era una faccenda contro Dio, e io l’ho…

L’Isola che non c’è / Ripartiamo dalle infrastrutture per rilanciare la Sicilia

L’assenza di infrastrutture adeguate, pubbliche o private a seconda del contesto, fra i mali che affliggono la Sicilia e con i quali ci siamo maldestramente abituati a convivere rappresenta un fardello davvero pesante.  Penalizza anzitutto gli investimenti industriali e non, limitando o addirittura impedendo la fioritura di qualsiasi mercato; l’ambiente, senza alcun riguardo per la sostenibilità in…