Echi di Natale / Mestieri artigianali e “luppini” di Reitana nel presepe vivente di Aci San Filippo

E’ stato visitato da un folto pubblico il presepe vivente del 2016, che si è svolto, per la seconda volta dopo il 2014, nei giorni 5 e 6 gennaio ad Aci Sancor Pastori, G. Barbagallo a dx e A Filippo, nella strada dietro la Basilica, che costituisce la parte più suggestiva del centro storico della cittadina.
Organizzato dall’Azione cattolica locale e coordinato dal suo presidente Seby Catalano, ha visto la partecipazione di ben sessanta figuranti.
corret Particolare coi lupini (640 x 384)Si è avuta la presenza di una ventina di mestieri artigianali, tra cui la degustazione dei “luppini” di Reitana, che costituisce la lavorazione tipica di Aci San Filippo, presente all’Expo di Milano con i ricercatori Alfio Spina del Crea, Centro di ricerca per l’agrumicoltura e le colture mediterranee di Acireale.

E inoltre il “fornaio”, la “natività” e “Innaru” (il pastore accanto al fuoco) in un edificio storico ottocentesco, con lo sfondo della “istenna” (il pozzo della raccolta delle acque piovane) e l’antica “pila”, dove si lavavano un tempo gli indumenti, ha costituito lo scenario suggestivo più apprezzato dai visitatori provenienti dai vari paesi etnei e da Catania.

Giovanni Barbagallo

Print Friendly, PDF & Email