“Il tempo di un errore” – 1 / Attimi di poesia a cura di Rita Caramma: Thomas Kinsella, Antonella Monti, Anna Maria Dall’Olio

rubrica RC - logoSe la poesia, come la scrittura in genere, trasmette una pacificazione di pensiero, così “La pace della pienezza – poesie scelte 1956 – 2006 (edizioni Kolibris) di Thomas Kinsella, fortissima voce poetica irlandese, conferisce atmosfere introspettive, rimandi di un dire che nella traduzione di Chiara De Luca trovano espressione di realtà, immagini di riflessioni rivelatrici, carezzevoli mutazioni di pensiero: “[…] Di questa palude, cara ragione, abbiamo / fatto un tabernacolo infinito, un’origine. / Pozzo per qualunque solitario / troverà in questo il posto giusto per spianarvi / dentro il suo deserto.” Così, si ricongiunge il mistero di ciascuno, il proprio sentire che si dipana in poesia come in “Miserere nostri” (edizioni LietoColle), di Antonella Monti con prefazione di Giuseppe Conte. Qui, il presente dell’esordiente poetessa comasca, la visione particolareggiata e d’insieme, si affida a una Guida Celeste che diviene mano, penna della stessa Monti, pennello delicato ed emozionale: “[…] Smaltati e cangianti / i colori della pelle armonizzano in te / si vestono dei tuoi toni e a tempera densa / riempiono i miei tratti di pittore / che su carta assorbente ricalca su se stesso / la tua figura […]”. Rimembranza sottile, dichiarazione di sentimento, lievità votata a stemperare l’amarezza che in “Latte e limoni” (edizioni La Vita Felice) di Anna Maria Dall’Olio, con prefazione di Diana Battaglia, riacquista uno spazio temporale e, nei versi dell’affermata autrice, attraversa la misura cronologica e si dipana in un linguaggio nuovo, ancora una volta convincente anche in poesie/filastrocche per adulti, rivelatrici di sorde verità: “Fa’ la nanna tu possa sognare / mentre babbo poco ha da sperare / fa’ la nanna che a casa è tornato / perché la ditta l’ha cassintegrato”.

 

Print Friendly, PDF & Email