Diocesi / Il principe di Montenegro e Macedonia a colloquio con il vescovo Raspanti. Hanno parlato di dialogo interreligioso e aiuto ai più bisognosi

Un colloquio di circa sessanta minuti duranti i quali sono stati affrontati diversi temi importanti e di estrema attualità, non ultimo un richiamo alla ecumenicità e all’aiuto per le persone che vivono particolari disagi. Un incontro particolare quello tra Stephan Cernetic, principe di Montenegro e Macedonia, euntitled mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale.

L’udienza ha rivestito un’ importanza ecumenica. Infatti, Stephan Cernetic – si legge nel comunicato stampa – è Gran maestro dell’ordine costantiniano ortodosso di S. Giorgio. Accompagnato dalla marchesa Stefania Vola, dal Gran priore di Casa reale del Mediterraneo Marcello Proietto di Silvestro, dal cancelliere Andrea Finocchiaro e al responsabile del Priorato per i beni culturali ed arti visive, lo scultore acese Alessio Raciti, l’incontro è avvenuto all’indomani della  nomina di dame e cavalieri dell’Ordine di Casa reale tenutasi presso la sede del Priorato di Sicilia sita a Villa Barile in Caltanissetta.

A fine udienza, Stephan Cernetic e mons. Raspanti hanno discusso di possibili sinergie con l’Associazione Ristoworld Italia, per un progetto di protezione civile e vari aiuti a particolari realtà del territorio segnalate proprio da mons. Raspanti.

Prima di raggiungere la Cattedrale per una breve visita la delegazione ha ricevuto la solenne benedizione e l’invito a partecipare alla prossima edizione della Festa di Santa Venera patrona di Acireale che si festeggia il 26 luglio. Santa Venera, la Parasceve, infatti è festeggiata con un culto devotissimo anche dalla Chiesa Ortodossa.

Print Friendly, PDF & Email