Istruzione / A fine giugno linee guida del Miur per gli studenti: “No alla violenza sulle donne”

A partire da fine giugno saranno rese pubbliche dal Miur le linee guida per sensibilizzare gli studenti delle scuole sul fenomeno della violenza sulle donne. Si cercherà di dare un’educazione ai ragazzi, al fine di rispettare il genere femminile e verrà data una formazione contro qualsiasi tipo di discriminazione.scarpe-rosse-femminicidio

Il Ministero della difesa (Miur) ha deciso di introdurre queste linee guida basandosi sul comma 16 della legge 107/2015 di riforma “La Buona Scuola”, che prevede la parità dei sessi e il rispetto di genere: “Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei principi di pari opportunità, promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni”.

imagesInoltre, il ministro Maria Elena Boschi dichiara di usufruire di un gruppo di consulenti specifici che educheranno gli studenti ad affrontare questo fenomeno attualissimo. Lei stessa ha espresso la propria opinione al Corriere della Sera: “Le sanzioni ci sono, il problema è la formazione, l’educazione”, e va avanti “Quando arrivi ad applicare una legge e a punire qualcuno per stalking o femminicidio, vuol dire che è già troppo tardi. Non dobbiamo arrivare fin lì, dobbiamo fare in modo che ci si fermi prima. Ci si può riuscire solo creando una cultura condivisa di rispetto vero e di parità tra le persone”.

Solo attraverso l’educazione in famiglia e l’istruzione nelle scuole si può provare a contrastare questo problema. Bisogna parlare ai giovani, far capire loro la sofferenza e la violenza subita da moltissime donne vittime di abusi e soprusi che superano ogni limite, arrivando addirittura a sfociare in vere e proprie tragedie.

Michela Abbascià

Print Friendly, PDF & Email