L’arancia rossa di Sicilia finalmente pubblicizzata a dovere

ARANCE ROSSELa settimana scorsa, passando in Autogrill, ho notato un volantino come i moltissimi che si vedono in giro, ma stavolta pubblicizzava un prodotto “immensamente” siciliano, come dice appunto il titolo sopra l’immagine di un invitante agrume.
Finalmente, vengono sottolineate l’importanza e la bontà di un prodotto che, oltre ad essere squisito, ha notevoli proprietà benefiche per la salute.
L’arancia rossa di Sicilia IGP è coltivata nella parte orientale dell’isola, dove la natura dei terreni, il clima, le forti escursioni termiche e il sole, fanno di questo frutto un prodotto unico. Le sue tre varietà, Moro, Tarocco e Sanguinello, sono speciali per le loro qualità organolettiche, uniche e inimitabili, per la qualità e il gusto e per gli straordinari valori nutrizionali. I nutrizionisti, infatti, consigliano di assumerne una o due al giorno come frutto intero o spremuta, sono adatte ad un break e a ricaricarsi dopo l’attività sportiva, un arancia rossa fornisce solo ottanta chilocalorie, ma regala microrganismi preziosi come magnesio, potassio e selenio.
L’arancia rossa contiene anche vitamina C e sostanze che proteggono il nostro organismo dall’attacco dei radicali liberi, è quindi una scelta salutare per proteggere il nostro organismo e nello stesso tempo scegliere prodotti della nostra isola significa rilanciare un territorio immenso, pieno di forze e di prodotti genuini.

Alessandra Distefano

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email