Riposto / Al via il primo appuntamento sulla diversificazione delle attività di pesca e sostenibilità delle zone costiere della Sicilia Orientale

Partirà oggi, venerdì 23 Ottobre,  dalle 16.30 alle 19.30  al palazzo Municipale di Riposto, Via Archimede n. 117 (sotto i portici), il primo appuntamento del ciclo di incontri previsto a chiusura del progetto di ricerca Diverso,  DIVERsificazione delle attività di pesca e SOstenibilità delle zone costiere della Sicilia Orientale, finanziato dal Dipartimento della pesca mediterranea della regione Sicilia. Responsabile scientifico del progetto è la prof.ssa Giuseppina Carrà, Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) dell’Università di Catania.

I successivi meeting si svolgeranno sempre tra le 16.30 e le 19.30 e avranno il seguente calendario:

-sabato, 24 Ottobre, a Portopalo di Capo Passero, (SR) nella sede della Banca di Credito Cooperativo, Via Giuseppe Garibaldi, 19

-12 Novembre: Area Marina Protetta del Plemmirio, Comprensorio del Castello Maniace, SR – Via Gaetano Abela –

-​13 Novembre: Area Marina Protetta Isole Ciclopi,  Acicastello , CT, via Provinciale 5/D,

Il 12 Dicembre si terrà un FORUM conclusivo in cui saranno presentati i risultati raggiunti dal progetto e le proposte individuate insieme ai partecipanti che hanno contribuito al processo di costruzione delle strategie di sviluppo.  Il Forum è aperto a tutti, previa iscrizione. Il ciclo di incontri mette in atto un approccio di ricerca partecipativo volto e a connettere gli attori interessati allo sviluppo di strategie condivise di diversificazione  delle attività collegate alla pesca artigianale, contribuendo così alla transizione verso una pesca sostenibile e alla vitalità delle zone costiere della Sicilia. Il programma, ricco di eventi e attività è consultabile sul sito ufficiale del progetto(www.pescadiverso.com). Durante i meeting, i ricercatori insieme ai pescatori,  alle imprese del settore turistico ed HORECA (Hotellerie-Restaurant-Catering), ai rappresentanti delle istituzioni pubbliche e altri attori interessati, discuteranno di strategie e concrete opportunità di sviluppo del territorio costiero.

Print Friendly, PDF & Email