Teatro / “Aspettando Godot” in scena alla Sala Verga a Catania da oggi al 15 marzo

Estragone e Vladimiro, Pozzo e Lucky, antieroi in bombetta. L’uno è spalla dell’altro. Un quartetto indissolubile di marionette che meditano sull’infelice felicità della vita e attendono indolenti (e invano) un misterioso personaggio, insieme alla luna, ad un albero e ai colori della notte. Si tratta di un gioco tragico che però non esclude la leggerezza, la risata e persino la speranza. godot_0
Questo è il non- racconto, scarno ed essenziale, di “Aspettando Godot”. L’opera più conosciuta di Samuel Beckett, nato a Dublino nel 1906 e premio Nobel per la letteratura nel 1969, sarà ospite- informa un comunicato – per la stagione 2014/ 2015 del teatro Stabile di Catania, diretto da Giuseppe Dipasquale. L’appuntamento è alla sala Verga, dal 10 al 15 marzo.
Si tratta della prima messinscena beckettiana per Maurizio Scaparro, tra i più autorevoli regista della scena italiana ed internazionale, che si circonda di un formidabile quartetto di attori di grande valore e temperamento formato da Antonio Salines (Estragone), Luciano Virgilio (Vladimiro), Edoardo Siravo (Pozzo), Enrico Bonavera (Lucky). Accanto a loro Michele Degirolamo nel ruolo del Ragazzo. La nuova produzione, firmata dal teatro Carcano di Milano, ha voluto le scene di Francesco Bottai e i costumi di Lorenzo Cutuli, il disegno luci di Salvo Manganaro.