Vigili del fuoco / Domani a Catania manifestazione del Conapo per chiedere trattamento uguale a quello di altri corpi dello Stato

Sì svolgerà domani, mercoledì 18 maggio, l’iniziativa del Conapo (sindacato dei vigili del fuoco) che si farà portavoce dei malumori del Corpo etneo in simultanea con le altre province italiane.

L’appuntamento avrà luogo davanti alla Prefettura di Catania, dalle 11 alle 12. L’incontro è stato partecipato dal sindacato ai politici locali, mentre è stato chiesto un incontro con il prefetto, cui verrò chiesto di fungere da tramite con il governo, in particolare col presidente Renzi. Nella conferenza stampa che si organizzerà  per l’occasione, si affronterà la tematica della “sofferenza”, oramai macigno increscioso che opprime gli stessi  vigili del fuoco, legata all’irriguardoso trattamento dello Stato. I vigili del fuoco etnei, come quelli di tutto il Paese, chiedono un trattamento equo, pertanto di non essere più considerati come categoria di serie B, nonché di usufruire di pari dignità lavorativa con gli altri corpi, in particolare riguardo alla retribuzione e alle tutele previdenziali.

“Gli angeli della strada” così vissuti e denominati da un certo immaginario collettivo, chiedono solo eguaglianza, in un lavoro che li vede operativi quotidianamente, mettendo a repentaglio le loro esistenze come è più di altri corpi, un lavoro riconosciuto come usurante, laddove non è  concesso sbagliare, perché un errore potrebbe condurre a un prezzo da pagare molto alto: la vita di chi si soccorre.

Maria Pia Risa

Print Friendly, PDF & Email