Acireale / Giovani detenuti acesi e del carcere di Giarre tra i protagonisti del concorso di poesia e pittura della S. Vincenzo de’ Paoli

Ad Acireale, nella stupenda basilica di San Sebastiano si è svolta la premiazione del Concorso di poesia, pittura, fotografia sul tema,” La solidarietà: un colore, un senso, un volto, un gesto”, a cura della Società di San Vincenzo de’ Paoli, Consiglio centrale di Acireale, presieduta dalla dott. Adriana Vecchio.
Numerosi i partecipanti, tra i quali dei giovani del carcere minorile di Acireale e della Casa  circondariale di Giarre. Presenti il sindaco, ing.  Stefano Alì, e il vicario della diocesi, mons. Giovanni Mammino. Entrambi, pubblicamente, si sono congratulati con la Società di San Vincenzo de’ Paoli per la costruttiva iniziativa, spronando i soci a vivere intensamente la vita di solidarietà con quanti sono fragili.

Don Mammino e la presidente Vecchio

La presidente dott. Adriana Vecchio dopo avere ringraziato tutti per la partecipazione, ha augurato ai vincitori del concorso un futuro ricco di successi. L’esposizione dei quadri di pittura e delle fotografie ha messo in risalto il talento dei partecipanti e ha dato un volto nuovo all’associazione.
Molto apprezzabile l’iniziativa degli organizzatori di avere invitato le case di rieducazione di Acireale e Giarre a far partecipare i loro ragazzi ad un concorso, che senza dubbio può servire da stimolo nel loro cammino di formazione umana e civile.
La Società di San Vincenzo de’ Paoli ha assegnato a ciascun premiato la medaglia commemorativa e la pergamena di partecipazione.
Vincitore del concorso di poesia il giovane Pietro Crisafulli, di cui ci piace riportare l’intera poesia, molto significativa per la sua sincera e vivace capacità d’introspezione.
Il titolo è “Libero” “Mentre guardo dalla finestra / la mia anima s’è dispersa: / non ti ho saputo valorizzare, /ma indietro non si può più tornare. / Adesso vivo di rimpianti / i miei occhi verdi sono spenti…/credevo nell’omertà / ma ho perso la libertà./ Oggi no,è tutto diverso /dentro di me ho ritrovato me stesso/  frutto di un percorso faticoso / che mi rende orgoglioso. / Mi guardo allo specchio / e vedo il mio viso / finalmente posso donare un sorriso / no lacrime di sofferenza / versate di notte nella mia stanza. / Sono cambiato / non sono più malato. / Essere omertoso e fare il duro / non garantisce nessun futuro. / Essere forte come un grande albero / mi renderà per sempre libero!Il secondo premio di poesia è stato assegnato ad “Afflato” di Graziella Torrisi, di Acireale.
Il terzo, ex aequo, a ” Un colore” di Joseph Antonino Regina, purtroppo  deceduto alcuni mesi fa, il cui premio andrà alla famiglia, e  “La solidarietà” di Marcello Reito.
Per la sezione Pittura, il primo premio al maestoso quadro  “Solidarietà”, a cura di dieci ragazzi dell’AIAF  di Acireale: Alberto Scillato, Enzo Sicali, Sergio Rigano, Francesco Scavo, Claudio Romeo, Carmelo Tabacco, Emanuele Grasso, Carmelo Spina, Giuseppe Lizzio, Daniele Musumarra.
Secondo Premio al quadro  “Bambina indiana” di Lucia Samperi di Acireale; terzo premio, ex aequo, a “Pace” di Mario Fisichella, e al quadro “Il veliero” di Daniele  M. , con una riflessione sul tema della solidarietà di Alessio, Giovanni, Alessio, Alexandru, Stefan Cristian.
Per la sezione Fotografia: primo premio alla foto “Siamo solo a guardare?” di Alice Torrisi del Liceo Classico Cutelli di Catania. Secondo premio, ex aequo a  “Insieme si può” di Gloria Brancato e a “In Costa d’Avorio” di Alice Torrisi.
Il Csve (Centro Servizi Volontariato Etneo) ha sponsorizzato l’iniziativa insieme ad altri sponsor minori.
Ci auguriamo che la Società San Vincenzo de’ Paoli  anche l’anno prossimo possa dareLa  continuità a questo concorso molto formativo.

                                                                                                                   Anna Bella    

Print Friendly, PDF & Email