Bellini: Protocollo d’intesa con il Teatro Oriental Art Center e sold out per il Concerto di Capodanno

Comincia a dare i suoi primi, importanti frutti il protocollo d’intesa firmato nei mesi scorsi dal Teatro Massimo Bellini di Catania e dal Teatro Oriental Art Center di Shanghai, una delle più importanti istituzioni teatrali in Cina: sarà infatti il Teatro Massimo Bellini, il 6 e 7 settembre 2013, ad inaugurare la stagione artistica 2013-2014 del Teatro Oriental Art Center, nella megalopoli cinese da 23 milioni di abitanti; la prima sera con la messinscena di Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, la sera successiva con un grande galà-concerto dedicato alla musica di Giuseppe Verdi, proprio nell’anno che ne celebra in tutto il mondo i duecento anni dalla nascita.

     L’accordo tra Teatro Massimo Bellini e Oriental Art Center, fortemente voluto dal sovrintendente del Teatro catanese, Rita Gari Cinquegrana, e dal direttore artistico Xu Zhong, suggella una collaborazione artistica e culturale sempre più proficua tra le realtà culturali dei due Paesi. In particolare, contribuirà a potenziare la collaborazione tra Italia e Cina nel campo della musica lirica e dei concerti sinfonico-corali; la grande tournèe in Cina, che segna il ritorno alle attività internazionali del Teatro Massimo Bellini sette anni dopo l’ultima tournée in Giappone, dopo Shanghai toccherà diverse altre importanti città di quell’immenso Paese che, soltanto da pochi anni, ha cominciato ad aver voglia di scoprire il mondo dell’opera italiana, e non soltanto da spettatore appassionato ma anche da operatore culturale che necessita però di una adeguata formazione.

     Attualmente in Cina sono in costruzione circa duecento nuove sale da concerto; chi ci dovrà suonare dentro ha però bisogno di affinare tecniche e cultura musicale. In questo senso, artisti del “Bellini” di Catania, proprio nell’ambito dell’accordo, andranno in Cina per contribuire a formare nuove generazioni di musicisti in grado di affrontare al meglio il repertorio musicale europeo, non solo lirico ma anche sinfonico. E, pur essendo già stati ospiti in Cina prestigiosi teatri come La Scala di Milano, la Fenice di Venezia e l’Orchestra di Santa Cecilia, il “Bellini” di Catania potrà offrire le specificità del proprio repertorio, a partire dalla musica del grande concittadino Vincenzo Bellini, di cui il Teatro è da sempre il riconosciuto e ammirato ambasciatore nel mondo.

Intanto, sono andati già tutti esauriti i biglietti per il Concerto di Capodanno del Teatro Massimo Bellini, che si terrà alle ore 19 dell’1 gennaio 2013. Il botteghino, che aveva cominciato la vendita giovedi 22 novembre, è stato letteralmente preso d’assalto dal pubblico e la pianta è stata saturata in pochi giorni.

    Il Concerto di Capodanno del “Bellini” per questa edizione sarà diretto dal giovane e brillante direttore polacco Tomasz Biernacki, soprano Silvia Colombini, tenore Johan Weigel, maestro del coro Tiziana Carlini, orchestra, coro e tecnici del Teatro Massimo Bellini.

    In programma musiche per operetta e per valzer di Johann Strauss junior e senior, di Joseph Strauss, di Emmerich Kalman e di Franz Lehár.

Print Friendly, PDF & Email