Calcio / Stadi Mondiali: La Kazan Arena

Il nostro viaggio all’interno degli stadi che ospiteranno i Mondiali di Russia continua con la Kazan Arena. Stadio avveniristico quello della capitale del Tatarstan, completato nel 2013 e che normalmente ospita gli incontri del Rubin Kazan, squadra della Russian Premier League che abitualmente disputa le competizioni europee. L’Arena sarà il palcoscenico di ben sei incontri dei mondiali: un quarto e un ottavo di finale, più quattro partite del primo turno. Iran-Spagna, Francia-Australia, Polonia-Colombia e Corea del Sud-Germania saranno ospitate in uno stadio che, nella sua breve vita, è già stato spettatore di importantissime manifestazioni.

La Kazan Arena, ad esempio, ha ospitato le cerimonie di apertura e chiusura dell’Universiade Estiva del 2013, oltre ad alcune gare della Confederations Cup di calcio nel 2017, senza dimenticare i Campionati del mondo di nuoto del 2015. Questa arena calcistica ha una struttura avveniristica e, tra le tante chicche, presenta anche quella di possedere lo schermo al LED più grande al mondo che sia mai stato installato all’esterno di uno stadio: lo stile architettonico è un chiaro richiamo alla cultura e all’arte del luogo, così come è stato dichiarato da “Populous”, il brand che ha realizzato concettualmente la struttura.

Tornando al suo recente passato, la partita più importante che sinora si è tenuta alla Kazan Arena è senza dubbio la semifinale della Confederations Cup dello scorso 28 giugno 2017: un incontro che ha visto, a sorpresa, il Cile imporsi ai rigori per 3-0 sul Portogallo campione d’Europa in carica. Nel corso di quella manifestazione, l’Arena aveva aperto i battenti per Portogallo-Messico (2-2), Germania-Cile (1-1) e Messico-Russia, terminata con la vittoria per 2-1 dei centroamericani.

L’appuntamento con i Mondiali di calcio di quest’anno, ovviamente, è febbrilmente atteso da tutta la città. Il 16 giugno, come già detto in precedenza, toccherà a Francia e Australia inaugurare gli incontri del Gruppo C: quindi, quattro giorni dopo, la Spagna di Lopetegui e dei tanti campioni in campo si scontrerà con l’Iran. La Colombia di James Rodriguez, giorno 24, incrocerà sportivamente le armi con la Polonia di Robert Lewandovski, mentre anche i campioni del Mondo in carica della Germania calcheranno il prato della Kazan Arena, giorno 27 giugno. Gli avversari saranno i sud-coreani: 30 giugno di nuovo in campo per l’ottavo di finale tra vincente del gruppo C e secondi del Girone D, mentre giorno 6 luglio andrà in scena il match sicuramente più importante nella storia dell’impianto sportivo di Kazan: il quarto di finale, in programma alle ore 21.

Gabriele Pulvirenti

 

Print Friendly, PDF & Email