“Tutte le poesie” di Carmelo Nastasi presentate al “Mercoledi letterario” di Acireale

0
99

Il “Mercoledì letterario”, in Acireale, si tiene nel rinomato ristorante “L’Oste scuro” in piazza Lionardo Vigo, prospiciente la stupenda Basilica di San Sebastiano, nel cuore del centro storico barocco; il direttore artistico è Salvatore Massimo Fazio, che con rilevante maestria presenta gli autori della Rassegna, iniziata il 20 febbraio, con conclusione il prossimo 3 aprile.
Ne sono moderatori Debora Borgese, Federica Campione, Piero Lipera, Salvo Angemi, Tiziana Iannotta.scansione676
Il 6 marzo è il giorno di “Tutte le poesie” di Carmelo Nastasi, nativo e residente a Viagrande, impegnato nell’arte sublime della poesia da decenni, con pubblicazioni di notevole spessore, che comprendono l’accurata traduzione in francese e i disegni sulle tematiche delle poesie, a cura di Chantal Gonfroy, la diletta moglie.
In un periodo di crisi, quale è il nostro, la società cambia, specie in seguito al problematico sistema economico mondiale: forse il nuovo umanesimo che sorgerà avrà principi dettati dal poeta. Viene messo in luce come l’amore è il filo conduttore di tutte le poesie di Carmelo Nastasi: innanzi tutto l’amore per la compagna della sua vita, Chantal Gonfroy, pittrice, che gli ha dato tre splendidi figli, conosciuta a metà degli anni Settanta nella Comunità di Taizé, in Francia: è lei a riempirgli il cuore e la mente.
Ancora l’amore per la Natura, per l’umanità intera, per la Sicilia: il cantore Carmelo Nastasi, con ritmo incalzante, attraverso i versi rivela agli altri la bellezza che ci circonda, il mistero della vita che ogni giorno ci fa scoprire imprevedibili risvolti, l’incanto della terra natale.
Dopo vari interventi e la lettura di significative poesie, a cura del Direttore artistico e dei suoi collaboratori, con relativo commento, il poeta Nastasi prende la parola, raccontando momenti emblematici della sua esistenza, gli incontri in francia e a Roma con Chantal; momenti pregnanti di esperienza, alcuni evocanti la festa di san Mauro a Viagrande, eventi della sua famiglia e della parrocchia Santa Caterina, altri di carattere personale, incentrati sulla fede in Dio e sugli affetti.
A chiusura della serata, si rileva concordemente come la poesia è “la colonna sonora dell’esistenza dell’umanità”, nella sua immediatezza, e come la crisi attuale è non solo economica, ma anche una crisi d’amore.

                                                                                                                                                                   Anna Bella

Print Friendly, PDF & Email