Vittoria / I risultati delle elezioni comunali. Francesco Aiello nuovo sindaco

A Vittoria il 10 e 11 ottobre 2021 si sono tenute le elezioni comunali per votare il sindaco, scegliendo tra coalizioni dei partiti e liste civiche che sostenevano i candidati. Tra i candidati si erano presentati: Francesco Aiello, Salvatore Sallemi, Pietro Gurrieri e Salvatore Di Falco. Il primo ha ottenuto il 39,06%. Il secondo il 29,55%. Il terzo il 16.58%. L’ultimo il 14,81%. I risultati delle elezioni hanno portato al ballottaggio tra Francesco Aiello e Salvatore Sallemi il 24 e 25 ottobre, per l’elezione diretta del sindaco. Nessuno dei candidati al primo turno infatti aveva ottenuto il 50% più uno dei voti necessari ad essere eletto. A recarsi alle urne, il 51% degli elettori. Rispetto al primo turno delle scorse elezioni, è aumentato di 60 voti lo scarto di voti tra i due candidati.

Ballottaggio tra Salvatore Sallemi e Francesco Aiello: come?

Le schede elettorali erano molto più semplici rispetto al primo turno: contavano i nomi dei due candidati sindaco e l’elenco delle liste che li sostengono. Per votare, bastava tracciare un segno sul simbolo di uno dei due candidati presenti sulla scheda. Non era ammesso il voto disgiunto, ossia la possibilità di esprimere due voti: uno per la scelta del partito, l’altro per la scelta del candidato. L’elettore non poteva dunque esprimere la preferenza anche per un candidato di un partito diverso da quello scelto.

Candidati a sindaco nella prima tornata elettorale: a Vittoria le elezioni comunali

Per via della scarsa affluenza di elettori che il primo giorno erano recati alle urne per votare il 10 ottobre, Pietro Gurrieri in una diretta Facebook aveva annunciato:

“Vi confesso che sono indignato perché appena il 42,09% dei vittoriesi si è recato alle urne, ossia 6 elettori su 10 hanno finora disertato le urne. C’è tempo fino alle 14 dell’11 ottobre per esprimere il proprio voto. Abbiamo subito di tutto in questi tre anni: una città sporca, sanità allo sbando. Ci vuole una risposta forte. Bisogna andare alle urne per difendere la nostra città. Voglio dire ai giovani di non lasciare che i pochi che decidono vi costringano a prendere una valigia ed andare via. Lo voglio dire alle donne, che siete la maggioranza in questa città. Lo voglio dire a chi lavora, ai produttori e cittadini. Dobbiamo far sì che Vittoria vada al voto per essere protagonisti di questa città. Ripeto, ci sono ancora sei ore di tempo”.

Perché è sempre importante VOTARE?

E’ importante partecipare al voto. Il voto è personale, libero e segreto e il suo esercizio è un dovere civico. Come diritto è garantito dall’articolo 48 della Costituzione. Il disimpegno elettorale è un atteggiamento contrario al ruolo sociale e civile, prerogativa e dovere di ogni cittadino e non votare significa delegare ad altri le proprie scelte. Il voto dà la possibilità di assumersi le proprie responsabilità. Tantissimi purtroppo, come accaduto a Vittoria, si disinteressano della politica. Quasi la metà non vota perché lo ritiene un esercizio inutile. L’astensione vuol dire far mancare alla collettività la propria opinione, non far sentire la propria voce. Chi non combatte, ha perso in partenza e noi non possiamo permetterci di perdere pur avendo idee diverse.

Elezioni comunali a Vittoria 2021: Aiello è il nuovo sindaco

Con la preferenza di 14261 concittadini, Francesco Aiello il nuovo sindaco del comune di Vittoria. Vince il centro-sinistra. Sconfitta per Salvatore Sallemi, dietro con il 44% dei voti. Ma quale saranno gli obiettivo del sindaco? Tra queste, il potenziamento dei trasporti urbani, l’ampliamento dei cimiteri, l’attenzione per la via Cavour, adibita al passaggio pedonale e negozi vari, progetti per il campo agricolo. Questi i principali obiettivi che la coalizione  “Francesco Aiello sindaco” aveva esposto a Vittoria durante i comizi.

Roberta La Terra

Print Friendly, PDF & Email