“Adottiamo un monumento” Mostra Didattica del Liceo Artistico di Acireale

“Adottiamo un monumento”. Si è orientata verso il tema della salvaguardia e della valorizzazione dei monumenti cittadini l’annuale edizione della Mostra Didattica del Liceo Artistico di Acireale, curata con la solita dovizia di particolari dagli alunni e dai docenti dell’istituto. Impegnati, come da tradizione nell’allestimento di un evento particolarmente atteso, attraverso la presentazione all’intera comunità dei lavori realizzati nelle varie categorie, tra cui architettura, pittura, grafica e beni culturali, gli alunni ed i docenti delle singole discipline d’indirizzo hanno così voluto sensibilizzare le istituzioni comunali e provinciali ad un maggiore impegno nei confronti della scuola e ad una maggiore attenzione verso i monumenti, alcuni di inestimabile valore, entrati a far parte di diritto nel patrimonio artistico e culturale della Città.

Spazio, dunque, alla creatività dei ragazzi che, sotto l’occhio attento dei docenti coordinatori del progetto (prof.sse  Caterina Carrubba ed Angela Maria Princiotto), si sono cimentati con squadrette, acquerelli, matite, pennelli, argilla, elaborazioni grafiche e modellini plastici, dando sfogo, durante le ore dell’attività didattica curriculare ed extracurriculare, al loro naturale talento. Davvero encomiabile lo sforzo degli alunni del Liceo Artistico che, seppur costretti ad operare in condizioni non proprio adeguate (da anni viene sollecitata una maggiore cura per gli immobili che attualmente ospitano la sede distaccata del “Brunelleschi”), hanno profuso le loro migliori energie per l’allestimento della mostra; l’esposizione è stata, peraltro, arricchita dal concorso di idee con la partecipazione delle scuole medie del comprensorio, i cui lavori hanno contribuito alla creazione di un apposita sezione dedicata alla valorizzazione dei monumenti cittadini.

Tra di essi, la scelta è caduta sulla Chiesa di Santa Maria dell’Indirizzo, di proprietà della famiglia Nicolosi: edificata nei primi decenni del XVIII secolo per volere della stessa famiglia acese, la costruzione, che presenta un prospetto di stile neoclassico, fu realizzata su disegno dell’architetto Stefano Ittar, ed ospita attualmente, tra gli altri, alcune importanti opere di Giacinto Platania. Proprio sullo studio dei due artisti, si è articolato il lavoro “dietro le quinte” degli alunni, capaci di coniugare, così, estro creativo ed applicazione visiva.

Riccardo Anastasi

Print Friendly, PDF & Email