6 giugno / Un momento di festa per tutti gli atleti. Ecco il Giubileo dello sportivo

“Per il Csi di Acireale e per tutte le società sportive sarà una gioia e un onore celebrare ufficialmente il locandina_giubileo_sportivo-0Giubileo e guidare la processione per il passaggio della Porta Santa”. Così il presidente del comitato acese del Csi, Salvo Raffa a margine della presentazione ieri al Palazzo del Turismo di Acireale del Giubileo dello Sportivo, promosso dal Comitato di Acireale del Centro Sportivo Italiano e dall’Ufficio pastorale per lo Sport, Turismo e Tempo Libero, con la Città di Acireale, il supporto della Consulta comunale dello Sport, la collaborazione del Comitato Italiano Paralimpico e della rete di associazioni e società sportive locali.

Gli organizzatori – si legge nel comunicato stampa – hanno raccolto l’invito del vescovo di Acireale a riunirsi per una serata di gioia, sport e preghiera. In piazza Duomo sarà allestito il “Villaggio dello sportivo” con tornei, esibizioni e giochi a squadra che ravviveranno le tradizioni dei giochi popolari e di strada nella cornice del centro storico di Acireale.

“Da sempre – ha aggiunto Salvo Raffa del Csi – le nostre attività sportive sono legate alle parrocchie della diocesi e continuano ad avere forti radici cristiane che esprimono concretamente nei valori e nei gesti che atleti e dirigenti portano tutto l’anno in campo. Vogliamo vivere dunque un momento di festa con tutti gli atleti, gli sportivi e non solo”.

Lunedì 6 giugno dalle 16.30 oltre duecento atleti e associati delle società sportive di tutta la diocesi si riuniranno in piazza Indirizzo. Contemporaneamente dal porticciolo di Santa Maria La Scala partirà una staffetta tra atleti e rotellisti con la torcia olimpica che, attraverso le Chiazzette, raggiungerà la città e sarà consegnata a un rappresentante del Comitato Paralimpico, che accenderà il braciere olimpico in piazza Duomo. Da qui via alle attività sportive, ai giochi e agli spettacoli. Per i più piccoli sarà prevista un’area animazione e non mancheranno le esibizioni sportive.

“Siamo molto soddisfatti innanzitutto di questa sinergia creatasi con le comunità parrocchiali, il CSI e la Consulta dello Sport. L’assessorato e la Consulta dello Sport hanno colto al volo e con entusiasmo la proposta del vescovo Antonino Raspanti preziosa è stata la collaborazione con il CSI, il Comitato Paralimpico. E’ una giornata di sport inteso come socializzazione divertimento e piacere di stare insieme, – ha detto l’assessore allo Sport, Giuseppe Sardo-. Le adesioni sono tantissime e sarà emozionante il momento dell’accensione della fiamma olimpica, che darà il via a divertentissime gare ed attrazioni”.

“Estendiamo l’invito a tutti gli amanti dello sport e a tutte le famiglie degli sportivi, – ha aggiunto Massimiliano Trovato, presidente della Consulta dello Sport di Acireale – Avremo il piacere di condividere la festa con chiunque si riconosca nei valori che si diffondono tramite lo sport; sarà la festa di tutti”.

Alle 19.00 dalla Basilica di San Pietro, partirà il grande corteo degli sportivi, aperto dalla bandiera CONI e dalle federazioni, a cui faranno seguito tutti gli stendardi dei gruppi sportivi che giunti in Cattedrale attraverseranno la Porta, prima di partecipare, alle 19.30 alla Santa Messa presieduta dal Vescovo di Acireale. Al termine della celebrazione il Vescovo consegnerà, nelle mani di ogni gruppo sportivo il mandato a continuare, sulla strada della misericordia, l’importante e prezioso lavoro di educazione sportiva.

Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, ha concluso la conferenza stampa sottolineando il lavoro degli organizzatori e della manifestazione: “E’ un momento di festa, ma è anche un’occasione per esaltare il grande lavoro che ogni giorno le parrocchie, il CSI e le società sportive fanno per i ragazzi, per staccarli dalle tv e dai videogiochi ed educarli non solo ai valori dello sport, ma anche al piacere della socializzazione e dello stare insieme”.

Print Friendly, PDF & Email