Acireale / Il Museo del Natale apre una seconda sala espositiva, grazie agli apporti artistici dei presepisti

Prosegue senza sosta l’attività del Museo del Natale “San Francesco” di Acireale, supportata dall’omonima associazione culturale di secondo livello (cioè fondata e composta da dieci gruppi locali che si occupano di arte e cultura, in particolar modo in campo presepistico), e sotto la spinta fattiva ed entusiastica del presidente Carmelo Musmeci.

Il Museo del Natale si propone di conservare e rendere visibili tutto l’anno oggetti e manufatti attinenti con il Natale e la vita di Gesù, con particolare riguardo al recupero e alla fruizione di quei presepi – talora vere e proprie opere d’arte – che durante il periodo natalizio vengono esposte nelle numerose mostre allestite nella nostra città, ma che dopo rischiano l’abbandono e la distruzione. Il Museo ha la sua sede provvisoria in corso Savoia n. 134, la cui sala espositiva è stata inaugurata il 6 aprile 2017 con la benedizione dell’allora Vicario generale della diocesi di Acireale mons. Guglielmo Giombanco, che da poco era stato nominato vescovo di Patti (diocesi di cui prese possesso il successivo 20 aprile) e con la partecipazione delle autorità cittadine. La stessa sala è stata intitolata, l’1 dicembre 2017, al cav. Rosario Lizio, che oltre ad essere stato un artista della cartapesta, era un abile ed appassionato presepista; il cavaliere Lizio è stato uno dei soci fondatori del Museo del Natale, e ne è stato Presidente onorario fino alla sua scomparsa, avvenuta il 21 settembre scorso.

Una nuova acquisizione del Museo del Natale: un presepe allestito nella chiesa di S. Michele

I locali sono costante meta di visitatori e di turisti (tra cui numerose scolaresche), soprattutto nel periodo delle festività natalizie. Inoltre il Museo negli anni 2016 e 2017 ha allestito una vetrina espositiva in piazza Duomo in occasione del Natale ed ha avuto a disposizione un suo stand nell’ambito della Fiera dello Jonio, che si tiene ogni anno a settembre.

Poiché il materiale esposto (tutto di squisita fattura) continua ad aumentare grazie agli artisti presepisti locali che con costante continuità mettono a disposizione le loro opere migliori, l’Associazione Museo del Natale ha avuto la necessità di reperire altri spazi espositivi utilizzando un’altra sala della propria sede finora adoperata come magazzino.

Il presepe nella valigia, uno dei lavori che saranno ospitati nell’Angolo Verde, riservato agli allievi della scuola primaria

L’inaugurazione e l’apertura al pubblico di questa seconda sala espositiva verrà effettuata giovedì 24 maggio alle ore 10, con la partecipazione del nuovo Vicario generale della diocesi acese, mons. Giovanni Mammino. Nell’occasione sarà presente anche il dirigente scolastico del 1° Istituto Comprensivo “Grassi Pasini”, dott. Carmelo Caruso, dal momento che, in occasione del Natale scorso, gli allievi della scuola primaria “Pasini” allestirono una mostra di presepi da loro realizzati nei locali del Collegio “Pennisi” (dove in atto sono provvisoriamente ospitati) e fecero un gemellaggio con il Museo del Natale. In questa circostanza i piccoli allievi avranno a disposizione un loro “Angolo Verde”, in cui saranno ospitati, per essere ammirati dal pubblico, i migliori lavori da loro realizzati in tale mostra natalizia.

Nell’invitare tutti gli interessati a partecipare alla predetta inaugurazione, ricordiamo che anche la nostra testata (che fa capo all’omonima associazione culturale) è uno dei gruppi fondatori del Museo del Natale, e che la sede espositiva provvisoria è stata messa a disposizione da “Cittadinanzattiva” (con l’annesso Tribunale per i Diritti del Malato), altro ente fondatore. Tutto ciò nell’attesa che si possa disporre di una sede definitiva più ampia e consona con le finalità dell’Associazione Museo del Natale “San Francesco”.

Nino De Maria

 

Print Friendly, PDF & Email