Acireale / “Musei a porte chiuse” sulla pagina Facebook

Uno “scrigno” colmo di tesori merita di essere fruito dalla collettività, anche in un momento come quello attuale, contraddistinto da una serie di limitazioni legate all’emergenza sanitaria. E una parte del patrimonio custodito nello “scrigno” Acireale, inteso come quell’insieme di riferimenti ed elementi posseduti dalla nostra città, può essere ammirata grazie all’iniziativa “Musei a porte chiuse”, promossa dall’assessorato alla Cultura, retto dal dott. Fabio Manciagli, in sinergia con il Parco archeologico e paesaggistico di Catania e della Valle dell’Aci, diretto dalla dott.ssa Gioconda Lamagna.

La pagina Facebook “Città di Acireale”

L’iniziativa – si legge in una nota dell’ufficio stampa del Comune –  a partire da giovedì prossimo, consentirà di “visitare” virtualmente alcuni angoli tra i più suggestivi della città, facendo ricorso al web, segnatamente alla pagina Facebook “Città di Acireale”, all’interno della quale saranno disponibili vari luoghi e opere individuate nell’ambito del progetto messo a punto con l’ausilio del videomaker Leonardo Sorrentino.

Fabio Manciagli, assessore alla Cultura

Le uniformi storiche

Si comincerà con la “Mostra permanente delle uniformi storiche”, allocata nella Sala Costarelli del Palazzo di Città, ma al momento non visitabile di presenza. Un lavoro multimediale poderoso quello riassunto nella prima sezione di “Musei a porte chiuse”, dieci clip di durata diversa per un totale di circa 40 minuti, oltre all’introduzione esplicativa curata dall’assessore Manciagli e pubblicata oggi.

Visitare da casa le bellezze della città

L’assessore ha spiegato che: “Si tratta di un’iniziativa che abbiamo messo a punto per consentire di fruire delle nostre bellezze anche restando comodamente a casa, ma l’idea sulla quale poggia il sistema adottato va oltre il periodo dell’emergenza sanitaria e vuole costituire un’opportunità per far sì che le risorse cittadine di particolare pregio possano essere esposte in un contesto assai più ampio, quale è da ritenere il web”.
Le uniformi storiche, dunque, rappresentano soltanto l’inizio di una serie, destinata a proseguire con l’Opera dei pupi e la Pinacoteca Zelantea, soltanto due degli innumerevoli riferimenti culturali che caratterizzano la nostra splendida Acireale”.

La prima sezione di “Musei a porte chiuse” prenderà il via giovedì prossimo, ma verrà preceduta da un’introduzione curata dall’assessore Manciagli che sarà visibile sulla pagina Facebook “Città di Acireale” sin da oggi.
Le singole puntate verranno pubblicate sulla stessa pagina nei giorni di martedì, giovedì e sabato, a partire dalle ore 16.

 

Print Friendly, PDF & Email