Acireale / Riaperto il Centro visite della Fortezza del Tocco, sarà visitabile per 500 giorni in due anni. Un piano di valorizzazione

Si sono tenute, questa mattina, la cerimonia di riapertura del centro visite della Fortezza del Tocco, sulla Timpa di Acireale, e la conferenza stampa sul progettotimpa “Un tocco di… ambiente, cultura, futuro”.
Tra gli obiettivi del piano valorizzare la Riserva naturale orientata La Timpa, realizzare laboratori di educazione ambientale e incontri culturali.

A Sarah Leonardi, presidente di Legambiente, abbiamo posto delle domande.

Qual è l’obiettivo principale del progetto?

«All’interno del progetto ci sono tantissime attività volte ad un unico obiettivo finale, quello di valorizzare, tutelare e fornire dei servizi per fruire al meglio della riserva de La Timpa. Il progetto riguarda percorsi di formazione, laboratori di educazione ambientale. Abbiamo già fatto degli interventi di ripristino alla Fortezza, che era chiusa da 4 anni e subito atti di vandalismo; ne faremo altri che sono in fase di realizzazione. Garantiremo l’apertura del centro visite per oltre 500 giorni in due anni e, durante il periodo estivo ­ da maggio a settembre, ­ saremo presenti ogni giorno; ci saranno da 2 a 5 accompagnatori e verrà data la possibilità, su richiesta, di fare una visita guidata».

timpa2Da chi è organizzato questo progetto?

«Il capofila del progetto è Legambiente, i partner sono l’associazione Arci Babilonia di Acireale, la fondazione Città del Fanciullo, che si è impegnata nell’organizzazione dei corsi di formazione, e l’associazione Scarti che si occupa di tutta la parte della comunicazione.
Un progetto come questo non può prescindere dalla collaborazione con l’azienda Foreste e con il Comune di Acireale».

 Quali gli eventi che riguarderanno la stagione estiva?

«Stiamo programmando un calendario e coinvolgendo le associazioni di ogni categoria, ci saranno presentazioni di libri, incontri musicali e fotografici».

In merito al corso di formazione per gli educatori ambientali?

«È iniziato la settimana scorsa, al termine di quello precedente per gli accompagnatori naturalistici;  stiamo formando delle figure che si occuperanno di realizzare dei laboratori di educazione ambientale nelle scuole superiori del territorio, riguarda laboratori incentrati sulla riserva de La Timpa e anche sulle tematiche di educazione ambientale».

A Mariaelena Urso, presidente del circolo Arci Babilonia, abbiamo chiesto: Quanto è importante questo timpa 3progetto?

«Per noi è importantissimo, siamo felici di portare avanti quello che abbiamo già fatto con fatica negli anni passati e in due anni riusciremo a fare molto di più grazie ai finanziamenti. Lo riteniamo importante per Acireale, per le nuove generazioni, principali destinatarie del progetto.
Il circolo Arci Babilonia, insieme con Legambiente, dal 26 agosto al 4 settembre, organizzerà un campo di lavoro internazionale; in questi 10 giorni ci saranno circa 10 volontari che saranno ospitati nella scuola di S. Maria La Scala e organizzeremo tutta una serie di attività, faremo degli incontri di formazione su La Timpa e sul nostro territorio e organizzeremo delle attività di educazione ambientale aperte alla cittadinanza».

Graziella De Maria

 

Print Friendly, PDF & Email