Arte e musica / Segesta protagonista di un progetto musicale con il rapper Rkomi e il videogame Assassin’s Creed

0
53

Il patrimonio artistico italiano, ricco di tesori archeologici e testimone della storia della civiltà, troppo spesso non viene considerato abbastanza, non adeguatamente promosso e poco conosciuto dalle generazioni più giovani. A scendere in campo per la sua salvaguardia sono il mondo dei videogiochi e quello del rap, per parlare a chi ha il dovere di raccogliere le importanti testimonianze del passato e rilanciarle nel futuro. Il mondo dell’entertainment digitale e quello della musica si incontrano per stimolare la generazione Z, spesso e frettolosamente considerata svogliata e poco attenta alla storia e alla cultura.
Forgia il tuo destino” – informa un comunicato –  è il progetto multi-entertainment con cui Assassin’s Creed, il videogioco targato Ubisoft più celebre al mondo, e il rapper Rkomi hanno voluto rendere omaggio al patrimonio monumentale italiano scegliendo il Parco archeologico di  Segesta, in Sicilia, per un video-manifesto, che nel giro di pochi giorni ha raggiunto più di 600 mila views, con cui l’artista veste i panni del moderno giovane-eroe e racconta ai più giovani che l’Italia ha una ricchezza artistica smisurata e quindi incoraggiarli a conoscerla, rispettarla e valorizzarla per aiutare anche il nostro Paese a forgiare il suo destino.
Il Parco – afferma Rossella Giglio, direttore del Parco Archeologico di Segesta – rappresenta uno dei siti archeologici più importanti del patrimonio nazionale. Viene visitato da centinaia di migliaia di visitatori ogni anno per scoprire le bellezze della Magna Grecia, primo fra tutte l’imponente Tempio. Da sempre ci adoperiamo per parlare al grande pubblico ed ecco perché progetti come questi sono per noi di grande importanza: siamo orgogliosi di essere tra i protagonisti di questa operazione con cui, attraverso il linguaggio della musica e attraverso il nostro Parco, lanciare un messaggio di apertura alle generazioni più giovani stimolandoli a scoprire e vivere con passione il nostro patrimonio culturale.”.

Il rapper Rkomi

L’antica città di Segesta occupava la sommità del Monte Barbaro dove ora sono rimaste le antiche mura, mentre al di fuori delle cinte murarie, si trovano due importanti luoghi sacri: il Tempio di tipo dorico, risalente al 400 a.C. e il santuario di Contrada Mango, del VI-V sec. a.C. Lo stesso tempio celebrato nel 1800 da Johann Wolfgang von Goethe, nella sua opera ‘Viaggio in Italia’, dove oggi il rapper Rkomi canta il suo inno di riscossa rivolto ai Centennials con “Corro nella notte mama, cambierò le cose mama, spalanca la finestra mama”.
Assassin’s Creed ha interpretato i valori di una generazione – spiega Alberto Coco, marketing director di Ubisoft Italia -. Attraverso questo progetto abbiamo voluto riproporre il setting di questo ultimo episodio ambientato nella Grecia del V secolo a. C., durante la guerra del Peloponneso. Con questo video abbiamo voluto ricordare ai nostri ragazzi che il nostro paese è straordinariamente bello e che vale la pena conoscerlo da Nord a Sud. Che spetta a loro preservarlo, visitarlo e promuoverlo. Perché sono loro che forgeranno il destino del nostro Paese”.
 “Girare un video immersi in un’atmosfera così suggestiva come Segesta – racconta Rkomi – è stata un’emozione incredibile. Questo progetto c’è la comune convinzione che i ragazzi oggi non sono ascoltati e capiti – racconta Rkomi – Il pezzo che ho scritto, che si intitolaNon ho mai avuto la mia età’ racconta che i giovani quando hanno dei sogni sono i primi a lottare per poterli realizzare a scapito di chi li scredita.”.

Print Friendly, PDF & Email