Calcio/ l’Italia non è ancora pronta: vince l’Argentina 2-0

A pochi mesi di distanza dalla clamorosa mancata qualificazione dell’Italia agli oramai imminenti mondiali in Russia, il rientro in campo per gli azzurri “traghettati” da Mr. Di Biagio non è per nulla felice. All’Etihad Stadium di Manchester la nazionale quattro volte campione del mondo si arrende per 0-2 alla lampante superiorità tecnica dei rivali argentini. La nazionale Albiceleste, sebbene priva della qualità impareggiabile di Messi – fuori a causa di un lieve affaticamento muscolare – vince con una prestazione “ordinaria”, sufficiente a palesare più che altro i limiti degli azzurri in campo.

Non c’era ovviamente da aspettarsi la migliore prestazione degli ultimi anni, l’orgoglio e la voglia di rivalsa non possono sempre compensare la qualità. È pacifico che l’Italia non parteciperà ai prossimi giochi mondiali, non esclusivamente a causa della precedente scellerata gestione tecnico-tattica, ma anche in virtù di un organico non all’altezza delle aspettative. E non è la presenza di Insigne, tanto rimpianto nella gara contro la Svezia di novembre, a segnare una discontinuità col passato.

Il talento di Frattamaggiore non riesce a esprimersi al meglio con la maglia azzurra e ne dà dimostrazione nella seconda frazione di gioco. Al 60’, tutto solo e a pochi metri dalla porta avversaria difesa da Caballero, calcia il pallone fuori dallo specchio.

Nel corso della prima frazione di gioco, il match è abbastanza piatto. L’Argentina controlla la partita, tenendo palla e facendo correre a vuoto gli azzurri che non riescono a non avvicinarsi mai alla porta avversaria. Buffon tiene in piedi lo 0-0 respingendo bene sul tentativo di testa di Otamendi prima e sul tiro di Tagliafico poi, salvando infine sulla conclusione ravvicinata di Higuain allo scadere del tempo di gioco.

Nel secondo tempo gli azzurri sembrano cambiare marcia e spingono per i primi quindici minuti, fino alla chance sprecata di Insigne al 60’. Poi sono gli uomini di Sampaoli a riprendere in mano le redini del gioco e a trovare il gol del vantaggio al 75’ con Banega, che calcia a incrociare battendo Buffon dopo un bell’uno-due con Lo Celso. Decisivo l’errore in fase di impostazione di Jorginho. Chiude i giochi pochi minuti dopo Lanzini che, servito da Higuain, batte Buffon con una bella conclusione su cui il portiere azzurro non può arrivare.

Una serata con molte più ombre che luci per l’Italia. Una partita da non dimenticare però; malgrado l’amarezza per il gioco e il risultato, segna l’inizio di un nuovo ciclo. Una nuova stagione che, si spera, riporti l’Italia ai vertici del calcio mondiale.

Gabriele Pulvirenti

 

Tabellino

Italia – Argentina-0-2
Marcatori: 75′ Banega (A), 85′ Lanzini (A)
ARGENTINA (4-2-3-1): Caballero; Bustos (89′ Mercado), Otamendi, Fazio, Tagliafico; Paredes (64′ Banega), Biglia; Lanzini, Lo Celso (76′ Pavon), Di Maria (64′ Perotti); Higuain. CT Sampaoli.
ITALIA (4-3-3): Buffon; Florenzi (61′ Zappacosta), Bonucci, Rugani, De Sciglio; Parolo (61′ Pellegrini), Jorginho, Verratti (71′ Cristante); Chiesa (61′ Candreva), Immobile (74′ Cutrone), Insigne. CT Di Biagio.
Arbitro: Atkinson (Inghilterra).

Print Friendly, PDF & Email