Catania / Nasce l’istituto Francesco Ventorino che eredita la storia del Sant’Orsola: esperienza didattica e formativa al servizio dei giovani

Nasce a Catania l’Istituto Francesco Ventorino. E nasce già grande. Alle sue spalle, infatti, c’è la lunga storia del Sant’Orsola, scuola che ormai da diversi decenni offre a Catania una significativa e qualificata esperienza educativa e didattica. 

Le aule ed i grandi spazi comuni del nuovo istituto, ristrutturati in tempi record e che già in questi giorni hanno accolto gli alunni, lo scorso 21 settembre hanno  aperto le porte alla città, con una festa inaugurale a cui ha partecipato anche don Julian Carron,  presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, che ha da sempre prestato grande attenzione al tema dell’educazione dei giovani. 

La cerimonia inaugurale- si legge in una nota informativa – ha visto la benedizione del nuovo Istituto di piazza San Domenico Savio da parte di mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania, e il saluto delle autorità, alle quali è seguito l’intervento dell’avv. Michele Scacciante, presidente della Fondazione Sant’Orsola, e di don Carron.

 Il nuovo Istituto è una grande realtà che si estende per 14500 metri quadri di superficie, di cui 8500 metri quadri coperti, che oltre alle aule per l’asilo (italiano e inglese) e la scuola primaria e secondaria, contano un ampio cortile, una palestra regolamentare, un campo di calcio a 11, un campo polivalente da basket e volley, un teatro da 340 posti, una chiesa da 500 posti, palestre per scherma, arti marziali e ginnastica ritmica, una mensa di 120 posti con centro cottura interno, bar, sale ricreative e auditorium da 150 posti.

Un grande spazio accogliente, pensato per accompagnare i ragazzi in tutta la loro crescita, ispirandosi al pensiero proprio di don Francesco Ventorino, scomparso nell’agosto 2015, a cui la scuola è intitolata: per diventare grandi, imparando a stupirsi e a lasciarsi commuovere dal mondo, non bastano le parole, ma serve piuttosto un’esperienza che coinvolge e stimola, che fa vivere con gusto ogni dimensione della vita, dallo studio al gioco, dall’arte allo sport. Una scuola-cantiere, sempre aperta. Una scuola-sentiero, per camminare insieme.

Anche l’intitolazione a don Francesco Ventorino dà in qualche modo il senso di un’opera che si compie: con lui è iniziata l’avventura che ha portato alla nascita della Fondazione Sant’Orsola, attiva dal 2011 per gestire l’Istituto fondato a Catania negli anni ‘40 dalla Congregazione delle Suore Orsoline della Sacra Famiglia, inglobando al suo interno la realtà dell’Asilo Giona, attivo già dal 1978.

 La Fondazione è nata proprio con lo scopo dello sviluppo e della promozione integrale della persona con lo strumento della scuola, attraverso una significativa e qualificata esperienza educativa e didattica come formazione globale dal punto di vista umano, culturale e sociale dei giovani, portatori di cultura e di energia creativa per la società. 

Uno scopo al quale contribuisce il lavoro di docenti appassionati e attenti, pronti ad accompagnare gli alunni nel loro cammino di crescita, conducendoli nell’avventura dello studio come scoperta della realtà che provoca a chiedersi il perché delle cose, ma che viene perseguito anche attraverso la ricerca di metodi didattici innovativi e la creazione di uno spazio accogliente per i bambini e i ragazzi, nel quale possano effettivamente fare esperienza di questo  percorso di crescita.