Diocesi / Con la relazione del card. Montenegro cominciano oggi gli incontri formativi dell’ufficio Pastorale della salute. Vera Presti: “Per le persone sensibili verso i sofferenti”

Cominciano oggi, venerdì 25 novembre alle 16,15 nella parrocchia SS Cosma e Damiano di Acireale (via

Vera Presti, direttore ufficio Pastorale della salute
Vera Presti, direttore ufficio Pastorale della salute

Provinciale, 143 ), gli incontri formativi per l’anno 2016/2017 organizzati dall’ufficio Pastorale della salute della nostra diocesi e rivolti a coloro che sono impegnati ad accudire malati, persone anziane e bisognose.
Saranno cinque in totale gli incontri, l’ultimo si terrà a giugno; questo pomeriggio sarà ospite e relazionerà  il cardinale Francesco Montenegro, per la prima volta in visita ad Acireale.  Tema del primo incontro: “Stupore per l’opera di Dio che redime il male trasformando in bene anche il dolore umano”.
Abbiamo incontrato Vera Presti, direttore dell’ufficio Pastorale della salute e le abbiamo posto qualche domanda.

A chi sono rivolti gli incontri?
«A tutte le persone sensibili verso i sofferenti e coloro che hanno bisogno, quindi è rivolto in modo particolare a medici, al personale sanitario ed infermieristico».
In merito alle adesioni?
«Da due anni svolgiamo questi incontri di formazione permanente, ne organizziamo cinque all’anno, lo scorso c’è stata una buona partecipazione, sono venuti relatori anche da fuori.  Ho formato un’  èquipe, l’anno scorso abbiamo realizzato dei questionari che abbiamo distribuito ai partecipanti, in base alle risposte ricevute abbiamo deciso i temi di quest’anno».
Gli incontri hanno un tema che li accomuna?
«Seguiamo una linea conduttrice da varie sfaccettature»

Il card Francesco Montenegro
Il card Francesco Montenegro

Come si svolgerà questo primo incontro?
«Il cardinale è una persona di fede, ricca di umanità, direttore nazionale della Caritas e direttore nazionale della Pastorale della salute; vale veramente la pena ascoltarlo. Parlerà della sua esperienza, è una persona molto sensibile nei confronti della persona sofferente, riesce ad accogliere e creare empatia con le persone che si trovano nel bisogno, riesce ad andare incontro ai loro problemi. Sarà presente anche il nostro vescovo, il vicario generale ed altri sacerdoti».

Di seguito i prossimi appuntamenti:
Mercoledì 26 gennaio alle 16,15 nella parrocchia SS. Cosma e Damiano con il vescovo mons. Antonino Raspanti, il dott. Angelo Gambera e il dott. Pietro Banna; sabato 11 febbraio alle 15,30 all’ospedale di Acireale con il tema “Stupore per quanto Dio compie: grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente…”, presiede mons. Raspanti; mercoledì 19 aprile alle 17,30 nella parrocchia Regina Pacis di Giarre con il tema: “Necessità dell’ascolto del sofferente per intuirne le ansie, le tensioni e le preoccupazioni al fine i agevolarne il cammino terapeutico, psicologico e spirituale” con la dott.ssa  Carlotta Stopazzoni,  Pneumologa; sabato 8 maggio alle 17,30 nella parrocchia SS Cosma e Damiano; infine sabato 24 giugno nell’O.a.s.i. di Aci Sant’Antonio con il tema “Venite , benedetti del Padre mio… ero malato e mi avete visitato” con mons. Guglielmo Giombanco.

Graziella De Maria

 

Print Friendly, PDF & Email