In ascolto di Acireale / Problemi e proposte della Vivere Insieme Onlus

Nell’ambito del percorso di ascolto della città di Acireale, riportiamo problemi principali e proposte pervenuti dalla “Vivere Insieme Onlus”. Il processo di ascolto è coordinato gratuitamente a partire dai primi mesi del 2021 per la Diocesi di Acireale, su invito del vescovo Raspanti, dal giornalista Mario Agostino, direttore dell’Ufficio per la pastorale della Cultura. A seguire, pubblichiamo pertanto criticità e proposte della “Vivere Insieme Onlus”. Come tutti i contributi, anche questo è archiviato nell’apposita sezione del sito dedicata al percorso di ascolto.

In ascolto di Acireale / Problemi e proposte della Vivere Insieme Onlus

Quali sono i disagi (uno principale ed uno secondario), che impediscono uno sviluppo generativo nel vostro settore professionale di assistenza sociale e/o di volontariato nel nostro territorio?

Carenza di strutture, carenza di personale e poca partecipazione da parte delle istituzioni locali.

Quali soluzioni o contributi pensate di offrire alla città che vorreste, nell’immediato e nei prossimi 3-4 anni?

Promuovere la realizzazione di progetti, servizi, strutture di assistenza sociale orientati alla valorizzazione dell’autonomia ed al sostegno e rafforzamento delle capacità ed abilità delle persone.

Cosa siete disposti a cambiare per liberare opportunità di sviluppo del volontariato o dell’assistenza sociale in città, soprattutto nei confronti delle giovani generazioni?

Date le finalità dell’associazione, crediamo ci sia poco da cambiare. Tuttavia siamo sempre pronti a aperti a confronti e suggerimenti se qualche cambiamento potesse portare benefici.

Print Friendly, PDF & Email