Mascali / Anche il reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa per il 45° di sacerdozio del parroco Di Bella

La comunità parrocchiale San Leonardo Abate di Mascali il 18 gennaio ha celebrato il 45° anniversario di ordinazione presbiterale dell’arciprete parroco don Rosario Di Bella, e per l’ occasione con tripudio di gioia e di fede è stato accolto nella città di Mascali, il reliquario accompagnato da don Raffaele Aprile e contenente le lacrime della Madonna, proveniente dal Santuario di Siracusa.
Dopo l’accoglienza di venerdì 17, allietata dalle composizioni eseguite dall’ associazione musicale “Vincenzo Bellini” diretta dal m° Alfio Leonardi, il reliquiario è stato portato in processione fino alla chiesa Madre dove è stato recitato il Santo Rosario.
Il Seminario vescovile diocesano, insieme al vice rettore don Raffaele Stagnitta, ha animato la celebrazione eucaristica e la veglia per le vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa.

Don Di Bella con il reliquiario della Madonna

Nella mattinata del sabato, invece, i ministri straordinari della Santa Eucarestia insieme ai Missionari delle Sante Lacrime hanno incontrato oltre 30 anziani e ammalati. Nel pomeriggio interssante incontro con i ragazzi della parrocchia insieme ai catechisti e ai genitori tenuto da don Raffaele Aprile che ha esortato a vivere il Vangelo della Gioia con l’ausilio di un documentario storico sulla lacrimazione avventa a Siracusa dal 29 agosto al 1 settembre 1953.
Don  Di Bella con la celebrazione eucaristica giubilare ha ringraziato il Signore e la Vergine Maria per il 45° anniversario della sua ordinazione presbiterale. “Alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore”. È questa la frase scelta per la torta augurale condivisa insieme alla comunità presso l’oratorio.
Domenica 19 gennaio don Raffaele Aprile ha presieduto la Santa Messa per i ragazzi e le famiglie. Le celebrazioni sono state animate dalla presenza dei gruppi parrocchiali in particolare dalla Schola Cantorum “San Leonardo Abate”, dai ministranti “San Luigi Gonzaga” e dal gruppo liturgico.

Il reliquiario della Madonna

Dopo la Santa Messa vespertina di domenica sono state bruciate le intenzioni di preghiera e a seguito dell’atto di affidamento a Maria, l’’arciprete parroco don Rosario Di Bella ha ringraziato la comunità parrocchiale per aver partecipato alla missione mariana straordinaria celebrata in occasione del suo anniversario di sacerdozio.

Serafina Musumeci

Tweet 20