Natale e solidarietà / Appello di fratel Carlo: “Aiutateci a riaprire la Tenda di San Camillo bruciata”

 

Il Natale, sacra festività ormai prossima, che dà gioia e serenità d’animo, incarna in sé anche l’aspetto della solidarietà, dell’attenzione verso gli altri e verso le difficili situazioni che si creano, come il caso della Tenda di San Camillo a Riposto, in conseguenza degli eventi tragici accaduti lo scorso 5 dicembre. Un incendio appiccato alla Casa Famiglia ne ha, infatti, devastato in gran parte i locali e provocato la morte di fratel Leonardo Grasso, che se ne occupava. I danni riportati dalla struttura riguardano principalmente la parte superiore, in cui figuravano diversi ambienti funzionali, ma ad essere compromessi sono stati anche gli impianti della luce e dell’acqua.

Il luogo di recupero per i tossicodipendenti ed i malati di Aids necessita, dunque, di lavori di riparazione di tutto ciò che è stato danneggiato. I Camilliani nutrono la fiduciosa speranza di una relativa ricostruzione. “Nella ricorrenza del Natale Gesù nasce, si fa piccolo, incarna la fragilità dei malati e dei poveri. Compiere un gesto verso gli altri significa avventurarsi in questa causa di solidarietà e mostrare di esserci, con il proprio contributo, qualunque esso sia, anche con piccoli o grandi gesti pratici, come l’intervento volontario di architetti, ingegneri e ditte di edilizia”; è l’appello di fratel Carlo Mangione, vicario provinciale dei Camilliani, che ha sottolineato, inoltre, quanto sia importante che la struttura possa tornare a svolgere la sua funzione di “accoglienza” per chi “non soltanto versa in condizioni fisiche difficoltose ma spesso vive anche in uno stato di emarginazione familiare”.

Un convergere di forze per ridare vita al centro di solidarietà che da tempo è presente a Mangano di Riposto: “La Tenda San Camillo è attiva da ventotto anni sul territorio e vive di quanto giunge quotidianamente dalla Provvidenza”, ha spiegato ancora fratel Carlo.

Dopo la sacra festività del Natale, tra il 27 ed il 28 dicembre, la Casa della Carità di San Giovanni Bosco darà ospitalità per il tempo necessario a coloro che erano stati accolti dalla Tenda di San Camillo, perché bisognosi di cure e assistenza.

Riguardo alla raccolta fondi, è possibile contribuire versando sul seguente Iban: IT 02G 05216 26206 0000 0012 0557, Creval –  Agenzia di Guardia (Ct).

Rita Messina

 

Print Friendly, PDF & Email