Ricordi di scuola / “A spasso con la storia” de “I promessi sposi” al “De Gasperi” di Aci Sant’Antonio

   Martedì 4 giugno, nell’aula “Borsellino” del II Istituto comprensivo “Alcide De Gasperi” di Aci Sant’Antonio è stato proiettato il documentario realizzato dall’associazione “Ragazzi e Cinema” nei luoghi manzoniani, in occasione del progetto “A spasso nella storia” rivolto alle classi terze della scuola secondaria di primo grado. Docenti e alunni hanno ritrovato le emozioni provate durante la bellissima e indimenticabile esperienza vissuta nei giorni 25-26-27-28 marzo 2019 e che, a chiusura di un ciclo di studi, conserveranno gelosamente nella memoria.

  Il progetto “A spasso con la storia” rappresenta, nell’ambito del programma didattico curriculare, un ulteriore contributo dell’offerta formativa della Scuola, ovviamente legato allo svolgimento delle lezioni, ma con una particolare attenzione alle varie discipline da parte degli insegnanti di classe.

 L’uscita didattica è stata organizzata, come sempre, in modo impeccabile dalla reponsabile della Funzione strumentale, prof.ssa Valeria Aloisi, con la collaborazione del Dsga dott. Bertino e del personale amministrativo.

 Hanno accompagnato gli alunni la prof.ssa Maria Finocchiaro (responsabile del gruppo), la prof.ssa Maria Scaccianoce ed il prof. Salvo Finocchiaro, che si sono detti orgogliosi e soddisfatti della partecipazione attiva e del comportamento responsabile dei loro alunni, che in questa occasione hanno dimostrato maturità, serietà, interesse e preparazione per tutto ciò che è stato loro proposto, ricevendo i complimenti da parte delle guide che li hanno affiancati nell’itinerario e non solo. Importante e significativa la presenza del dirigente scolastico, prof.ssa Silvana Di Bella.

  Il gruppo il primo giorno è andato in giro per Milano, ammirando i principali monumenti, quali il Castello sforzesco, il Duomo, la Galleria … Molto interesse ha poi mostrato per il Memoriale della Shoah, visitando il luogo in silenzio e compostezza, assistendo con interesse alle spiegazioni della guida ed intervenendo con domande pertinenti, rivelando così la propria preparazione in materia. Anche in questo caso gli alunni sono stati elogiati.

  Si è poi spostato a Lecco, sui luoghi de “I promessi sposi”, per la visita alla rocca dell’Innominato, all’Eremo di San Girolamo, alla chiesetta di don Abbondio, alla casa del Manzoni e a quella di Lucia, al Museo manzoniano Galleria Comunale d’arte, vivendo una giornata ricca di attività, in una cornice di incantevole bellezza naturale.

  Le varie tappe sono state descritte da improvvisati giornalisti scelti fra gli alunni che hanno illustrato via via il tragitto, concludendo simpaticamente ogni loro intervento con un “passo la linea allo studio!”.

  Altri, invece, con l’ausilio delle due accompagnatrici di “Ragazzi e cinema”, le simpaticissime Giuliana e Arianna, che riprendevano la loro performance con la telecamera, si sono cimentati nella lettura e recitazione di alcuni brani significativi del romanzo. I ragazzi si sono dimostrati all’altezza della rappresentazione estemporanea, indossando anche semplicissimi simboli dei costumi del ‘600, come Renzo ed i bravi il cappello, o presentandosi con il breviario in mano come un pauroso e credibile don Abbondio. Originale la raggiera fra i capelli di Lucia, costruita con cucchiai di plastica.

  Da Lecco a Bellagio, raggiunto nel pomeriggio in traghetto. Anche qui riprese interessanti e l’esibizione del coro dei ragazzi nel piccolo musical manzoniano scritto da loro stessi.

  Il progetto si è concluso con il ritorno a Milano per un’ultima ripresa ai navigli e la visita del nuovo quartiere Porta Nuova.

  La proiezione del video alla presenza di insegnanti, genitori ed alunni, ha suscitato emozione, ilarità e apprezzamento da parte di tutti. Esso rappresenta un’ulteriore conferma delle attività svolte dalla scuola nel territorio, in particolare con lo sviluppo dei molteplici progetti proposti nel corso dell’anno scolastico dall’Istituto “Alcide de Gasperi”. Ma è anche un esempio di come si possa coinvolgere i ragazzini in attività proiettate alla fruizione e all’acquisizione dei contenuti culturali attraverso una gioiosa e giocosa collaborazione.

Carmela Tuccari

Print Friendly, PDF & Email