Santa Venerina / 100 anni fa il tragico terremoto che distrusse Linera. Un ricco programma di manifestazioni per ricordarlo

In occasione del centesimo anniversario del terremoto che  l’8 maggio  1914 rase al suolo Linera, danneggiando gravemente anche altre  borgate, come  Bongiardo, Spoligni, Mangano, il Comune di  Santa  Venerina  ha organizzato una serie di eventi  che si svolgeranno nella Casa del  Vendemmiatore.

terremoto treLe celebrazioni  si articoleranno in quattro giornate, dall’8 all’11 maggio e ripercorreranno la storia e le testimonianze del sisma che sconvolse la zona, annientando l’insediamento urbano e causando  circa 70 vittime e centinaia di feriti. Il bilancio dei morti avrebbe potuto in realtà essere molto più pesante se il terremoto, che raggiunse una magnitudine di 5.3 gradi Ricther, si fosse verificato durante la notte.
Alle 18.01 infatti, l’ora in cui  la terra sobbalzò tanto violentemente da  distruggere  i pendolini dei sismografi, molti erano ancora al lavoro nei campi mentre nelle case si trovavano per lo più  vecchi, donne e  bambini. La veemenza del sisma, generatosi  a un livello molto superficiale, causò danni ingentissimi  in tutta la fascia interessata da Zafferana  fino a Santa Tecla, e Linera, epicentro della scossa, fu completamente rasa al suolo e successivamente ricostruita, cambiando definitivamente  il proprio assetto urbanistico originario.
A questa pagina dolorosa della storia di Santa Venerina  sono  dunque dedicati gli eventi in programma che partiranno l’8 maggio,  nel giorno esatto del centenario, con l’inaugurazione alle ore 19 di  una mostra fotografica e documentale, contenente foto e testimonianze inedite. Nella stessa giornata, a partire dalle ore 16 sarà messo a disposizione del pubblico, presso un banchetto a cura di Poste Italiane, un bollo realizzato per l’occasione, con la data e la denominazione della manifestazione.  Ci sarà  la possibilità di acquistare allo stand informativo le cartoline da collezione create in occasione dell’iniziativa con l’apposito timbro dell’annullo filatelico. Il giorno successivo sarà dedicato alla visita della mostra da parte delle scuole e alla proiezione di filmati d’epoca;  sabato 10  alle ore 10 si terrà  una conferenza  scientifica sul tema della prevenzione sismica mentre alle ore 19  ci sarà la presentazione di un volume  unico nel suo genere, che raccoglie  tutta la documentazione giornalistica dell’epoca e numerose  interviste a testimoni  diretti. Il volume si intitola Il terremoto di Linera ed è curato dal noto  critico e scrittore Sebastiano Gesù. Una messa in suffragio delle vittime del terremoto si celebrerà  domenica 11 alle ore 10.30 presso la chiesa di  Linera. La mostra allestita alla Casa del Vendemmiatore  sarà visitabile per l’intera settimana successiva, fino a sabato 17, dalle ore  9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.

L.V.

Print Friendly, PDF & Email