Spettacoli / Giancarlo Giannini e le sue “Parole note” il 26 agosto a Zafferana per “Etna in scena”

Ultimi giorni di agosto, l’afa e il caldo sole lasciano spazio a brevi temporali e serate fresche, piacevole poter seguire uno spettacolo in un anfiteatro. Gli attori, la musica, i versi declamati sono i protagonisti, ma allo stesso tempo è protagonista un cielo pieno di stelle, e la tiepida aria di fine estate. Quale migliore occasione per ascoltare e applaudire uno degli attori più bravi del nostro cinema e teatro! Giancarlo Giannini regala al suo pubblico circa due ore di dolci atmosfere, di versi immortali, accompagnati da un sottofondo musicale per gustare al meglio questo recital dal titolo
“Le parole note”.
Lo spettacolo è organizzato da Terzo Millennio srl di Andrea Peria Giaconia in collaborazione con Cabiria production per “Etna in scena” a Zafferana Etnea,il 26 agosto 2018 alle ore 21.30, all’Anfiteatro comunale.
Attore, regista, produttore, doppiatore, Giancarlo Giannini, nella sua carriera costellata di successi e tanti riconoscimenti, ha interpretato svariati ruoli sempre con un grande consenso di critica e pubblico. Nato a La Spezia, esordisce giovanissimo e raggiunge la popolarità che solo il piccolo schermo riesce a dare con un ruolo da protagonista nel film tv “David Copperfield” del 1965, diretto dal regista Anton Giulio Majano che lo vorrà ancora  protagonista dello sceneggiato tv “E le stelle stanno a guardare”.
Famoso il suo sodalizio  artistico con la regista Lina Wertmuller. Diretto da lei in “Film d’amore e d’anarchia – ovvero stamattina alle 10 in via dei Fiori nella nota casa di tolleranza” vince nel 1973 il Prix d’interpretation masculine al festival di Cannes e nel ’76 una nomination all’Oscar come attore protagonista per la sua interpretazione in “Pasqualino sette bellezze”. Sei i David di Donatello tra cui uno per “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” con Mariangela Melato e Agostina Belli, 5 nastri d’argento e 5 Globi d’oro a riconoscimento di una brillante carriera. Tanti i registi stranieri e italiani che lo hanno diretto come Lattuada, Monicelli, Visconti, Risi.
Importante anche la sua carriera di doppiatore. Tra i fondatori della C.V.D. (cine video doppiatori) ha prestato la sua voce ad attori come Al Pacino, Michael Douglas, Jack Nicholson.
“Le parole note” è un racconto e un dialogo tra l’attore e il suo pubblico, con le parole dei grandi della poesia  di tutti i tempi. Da Dante a Neruda, da d’Annunzio a Montale, a Garcia Lorca, William Shakespeare, Angiolieri. Un ricordo anche ai grandi della cultura napoletana come Salvatore Di Giacomo e Eduardo de Filippo. Ad accompagnare l’attore la musica di Marco Zurzolo, sassofonista partenopeo con il suo quartetto composto da Carlo Fimiani chitarrista, Aldo Perris al contrabbasso e Agostino Mennella alla batteria. I temi sono immortali, la vita, l’amore, la donna, la passione. Un incontro intenso  e profondo da una voce che è e rimane l’essenza del nostro grande talento italiano.

Gabriella Puleo

Tweet 20