Spettacoli / Il 18 giugno i Pooh in concerto allo stadio di Messina. Una “Reunion” per l’addio ai fans

Il 18 giugno biglietto in mano per uno dei più attesi concerti in Sicilia. Lo stadio San Filippo di Messina si prepara ad accogliere migliaia di persone, di diverse generazioni, per cantare le hits della band italiana più amata, durante il tour: “Reunion, l’ultima notte insieme”.POOH_ver_w-501x768

Nel 1966 nasceva la pop band più nota della musica italiana che, dopo 50 anni, torna nuovamente compatta per un tour che toccherà tantissime città italiane ed a meta giugno arriverà in quel di Messina a cantare insieme a noi siciliani i suoi più noti successi. Un suggerimento su chi sono? Amano l’orsetto più famoso al mondo: Winnie The Pooh!

I Pooh sono i classici evergreen; nonne, mamme e figlie, se ricevuto il “la” iniziale, cantano, senza fermarsi, “Piccola Katy”, “Uomini Soli”, “Dammi solo un minuto”, e si potrebbe continuare all’infinito, anche citando testi a sfondo sociale talmente forti e coraggiosi da portare i Pooh ad essere ricordati come la prima band pop italiana censurata, basti pensare al brano “Bennero 66”.

La storia narra che in questi 50 anni di carriera abbiano venduto più di 100 milioni di dischi e che siano stati nominati Cavalieri dal Presidente della Repubblica. La band, composta inizialmente da 5 musicisti, ha visto l’abbandono di uno di questi nel 1973 per poi riunirsi solo nel 2015. Sì, Riccardo Fogli, consigliato ai tempi dalla sua amata Patti Pravo, decise negli anni ’70 di intraprendere la carriera da solista, anche se con magri risultati. Dopo l’abbandono di Fogli, il quartetto però continua a lanciare un successo dopo l’altro, e Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Stefano D’Orazio diventano simbolo della musica pop italiana.

I Pooh allgli inzi della carriera
I Pooh allgli inzi della carriera

Nel 2009 arriva il ritiro anche per Stefano D’Orazio ma, insieme a Riccardo Fogli, decide di festeggiare i 50 anni di carriera, tornando nuovamente con la sua storica batteria. Mezzo secolo esatto, 1966-2016, omaggiato con un’inedita versione di “Pensiero”; il grande successo firmato nel 1971 oggi vede per la prima volta le voci di Roby, Red, Dodi, Riccardo e Stefano.
Un 2016 ricco di emozioni per chi è cresciuto, in decenni differenti, con le canzoni dei Pooh, pionieri della spettacolarità dei concerti con i loro primi effetti laser e fumo. I Pooh hanno stravolto il “sistema concerto”, mettendo in scena un vero show musicale e proponendo per la prima volta in Italia, nel lontano 1979, il primo videoclip musicale con la canzone “Io sono vivo”.

Innumerevoli successi intramontabili che il 18 giugno a Messina elettrizzeranno migliaia di persone che, come me, hanno già il biglietto per un concerto che certamente regalerà emozioni forti e che farà tornare indietro nel tempo anche la generazione 2.0.

Giulia Maria Fichera

Print Friendly, PDF & Email