Spettacoli / Il 27 luglio l’Inferno di Dante nelle Gole dell’Alcantara con eclissi di luna

Un debutto ancor più suggestivo per via dell’eclissi di luna, quello dell’Inferno di Dante che, con drammaturgia e regia di Giovanni Anfuso, venerdì 27 luglio andrà in scena nelle straordinarie Gole dell’Alcantara .
“Un effetto speciale – ha scherzato il regista –  davvero grandioso: anche l’Universo concorrerà a creare questo spettacolo unico e irripetibile”. Le prime due serate dello spettacolo, peraltro,- si legge in un comunicato – sono già sold out, a dimostrazione di come, la proposta culturale, sia stata accolta con grande favore dal pubblico.

Paolo e Francesca

“La compagnia – ha poi detto Anfuso parlando delle prove – sta continuando a lavorare con entusiasmo, sia per le immortali parole di Dante Alighieri sia per la suggestione del luogo, che esalta l’atmosfera visionaria della Commedia dantesca”.
A rendere l’Inferno saranno gli attori: Liliana Randi (Narratrice), Luciano Fioretto (Turista e Caronte),  Giovanni Santangelo (Dante), Angelo D’Agosta  (Virgilio),  Giovanna Mangiù (Francesca da Rimini e Messo dal Cielo), Camillo Sanguedolce (Ulisse),  Davide Sbrogiò (Conte Ugolino),  Martina Magnano (Lucifero) e  Vittoria Vaccaro (Angelo).
“E se gli interpreti narrano dell’Inferno con le parole  – ha spiegato Anfuso  – gli artisti del fuoco e i danzatori accrescono le emozioni suscitate dal testo con i movimenti coreografici e gli effetti visivi”.

Ulisse

Gli artisti del fuoco sono Giorgio Maria Laganà, Soemia Ira, Davide Corrao e i danzatori Francesca Castro, Adriana Di Stefano, Ennio Ferlito, Martina Gurrieri, Moussa Kouyate, Anthea Ipsale, Roberta Lazzaro Danzuso, Alessia Nicolosi, Enrica Pandolfo e Giulia Trovato.
Il regista ha poi sottolineato come la narrazione venga arricchita “ dai costumi di Riccardo Cappello,  capaci di rendere questo mondo fantastico anche con elementi essenziali come l’argilla che muta i danzatori in installazioni umane” e dalle “Musiche dai ritmi indiavolati, composte da Nello Toscano e che, con le coreografie di Fia Di Stefano,  fanno esplodere il dolore e il tormento dei dannati”.
Da segnalare anche gli effetti di pyrotechnics engineering affidati a quel mago che risponde al nome di Alfredo Vaccalluzzo, e il fondamentale reparto tecnico, con il light designer Marco Sciuto e  il sound engineer Salvo Landolfo.
Numerose sono state intanto le adesioni per assistere, giovedì 26 luglio alle 21 e alle 22,  alle due rappresentazioni gratuite, in anteprima, riservate alla stampa, ad alcune autorità e a dirigenti scolastici e docenti referenti per i progetti culturali per le scuole superiori.  Si ricorda che questi ultimi, per assistere allo spettacolo d’anteprima, devono prenotarsi chiamando il numero 348.7043145.
L’Inferno di Dante  è prodotto dalla Vision Sicily con il sostegno della Regione Siciliana, dei Comuni di Motta Camastra e Castiglione di Sicilia, del Parco Fluviale dell’Alcantara, del Parco Botanico e Geologico delle Gole dei fratelli Vaccaro, dell’Associazione albergatori di Taormina e di aziende come Video Bank e Vaccalluzzo Events che sono anche partner tecnologici.

 

Tweet 20