Torre Archirafi / La teologa Franzone su “Fratelli tutti”

L’associazione “Tuttinsieme” presieduta dal prof. Pietro Guarnotta in collaborazione col giornale “La Voce dell’Jonio” e l’associazione “Orazio Vecchio”, ha organizzato un incontro dedicato alla lettura dell’ultima enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti”, ospitato dalla parrocchia Maria SS. del Rosario di Torre Archirafi (Riposto). L’incontro è stato aperto dal segretario dell’associazione, avv. Mario Vitale, il quale ha presentato e ringraziato i relatori, il direttore de “La Voce dell’Jonio” Giuseppe Vecchio e la teologa Letizia Franzone.

La fratellanza: uno dei fondamenti del magistero papale

Scritta dal Papa ad otto anni dalla sua elezione, l’enciclica (il cui titolo cita le Ammonizioni di san Francesco) ribadisce uno dei fondamenti del magistero del pontefice. La fratellanza, infatti, è stata il primo tema al quale Francesco ha fatto riferimento quando iniziò il suo pontificato, quando definì la relazione vescovo-popolo come «cammino di fratellanza»: nella circostanza, esortò a pregare per tutto il mondo, perché ci sia una grande fratellanza.

In  sintonia con la “Laudato sì'”

“Una fratellanza che si estende non solo agli esseri umani – ha spiegato la teologa – ma anche alla terra, in piena sintonia con l’altra enciclica del Pontefice, la Laudato si’, indubbia esaltazione dell’armonia del creato”. Ha concluso i lavori il parroco don Lucio Cannavò, il quale ha sottolineato l’importanza della fraternità e dell’amicizia sociale. Nel corso della serata Francesco Pulvirenti ha eseguito, voce e chitarra, alcuni brani musicali pertinenti col tema trattato.

                                                                                                                               L. V.

Print Friendly, PDF & Email